DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Marzo 23, 2020

Redazione DonnaWeb

Lucía Bosé, la madre di Miguel, morta per coronavirus a 89 anni

Lucía Bosé  è morta a Madrid all'età di 89 anni, a causa del coronavirus. L'attrice italiana, vedova del torero  Luis Miguel Dominguín , è la madre del noto Miguel Bosé  e di Paola e Lucía Dominguín. 

Secondo quanto riferito dal sito spagnolo El Periodico, a dichiarare la notizia è stato proprio il figlio, che questa domenica aveva dichiarato le sue condoglianze a tutte le persone colpite dal COVID-19  attraverso il suo account Instagram, senza pensare che solo 24 ore dopo questo il virus avrebbe preso sua madre. 

Poche ore fa, il cantante ha riferito attraverso lo stesso social network della sua morte:

Visualizza questo post su Instagram

Queridos amig@s ... os comunico que mi madre Lucía Bosé acaba de fallecer. Ya está en el mejor de los sitios. #MB

Un post condiviso da Miguel Bosé Oficial (@miguelbose) in data:

Icona insieme ai suoi figli

Pubblicità

Lucía Bosé , nata a Milano nel 1931, ha vissuto i suoi ultimi anni  isolata nella sua casa di campagna segoviana a Brieva , anche se solo poche settimane fa partecipava nelle televisioni spagnole in ottima salute. 

Icona del dopoguerra

L'attrice, che  negli ultimi anni si è dedicata alla pittura, ha reso iconici i suoi capelli blu , lasciando un'eredità artistica enorme, così come il suo umorismo e la sua naturalezza indimenticabili con i quali ha conquistato l'affetto del pubblico.

È stata una delle attrici più importanti del cinema del dopoguerra grazie a film come "Gli egoisti" (1955), girato sotto la regia di  Juan Antonio Bardem .

Una giovane Lucìa Bosè/ News Cinecittà

In precedenza, nel 1947, la giovanissima commessa di una pasticceria milanese divenne famosa dopo aver vinto il concorso di Miss Italia. Poco dopo, ha iniziato la sua carriera di successo come attrice.

La sua filmografia comprende opere con registi come  Antonioni  - "Cronaca di un' amore" o "La signora senza camelie" -  il grandissimo Fellini con  - "Satiricon" e molti altri.

Nel 1955, dopo il suo matrimonio con il torero  Luis Miguel Dominguín,  divenne un personaggio regolare sulle copertine delle riviste più famose al mondo. 

Il figlio Miguel Bosè e molte altre persone hanno dedicato un post sui social per l'ultimo saluto.

Fonte: El Periodico

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram