DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Marzo 24, 2021

Redazione DonnaWeb

Lo zenzero per i dolori mestruali: un valido supporto per le donne durante il ciclo

Molte donne, durante il periodo delle mestruazioni, sono colte da fastidi come il mal di pancia, i crampi nella zona dell’utero, le emicranie e il flusso abbondante. Senza dimenticare altri sintomi, un po’ più rari ma comunque fonte di problemi, prima fra tutti la nausea.

Per fortuna esistono delle sostanze naturali che forniscono un prezioso aiuto da questo punto di vista: tra esse citiamo lo zenzero, che in generale rappresenta un importantissimo alleato della nostra salute. La radice di Zingiber officinale è ricca di principi attivi, ed è un vero e proprio ingrediente curativo per l’organismo nel suo complesso.

Nello specifico, ci soffermeremo sull’utilizzo dello zenzero per i dolori mestruali. Una soluzione che ci viene tramandata sin dall’antichità, in quanto l’azione positiva di questa pianta è nota da millenni! L’estratto in questione è antinfiammatorio, ed è capace di ridurre tutte le manifestazioni della dismenorrea (ossia il ciclo particolarmente doloroso).

Pubblicità

In cosa consistono, esattamente, le proprietà dello zenzero sotto questo aspetto? E quali sono i suoi usi fondamentali? Nelle prossime righe risponderemo a queste domande, per aiutarti a capire i motivi per cui lo zenzero fa bene nel corso delle mestruazioni.

Zenzero e dismenorrea

A molte donne, almeno qualche volta, capita di star male per i dolori da ciclo. In alcune giornate è difficile persino alzarsi dal letto per svolgere tutti i doveri quotidiani: i disagi a livello fisico (e psicologico) possono raggiungere picchi a dir poco elevati, tra fitte al ventre, ritenzione idrica, cefalee e chi più ne ha più ne metta.

Lo zenzero, in tali situazioni, è un eccellente rimedio. I suoi effetti sono molteplici:

Ricordiamo, poi, che lo zenzero è complice della nostra pelle. In quella fatidica fase del mese la cute tende a coprirsi di brufoli e di imperfezioni, ma la radice in oggetto è utile anche per combattere questi inestetismi e per restituire all’epidermide la sua levigatezza.

L’efficacia di un integratore allo zenzero

Ma come si adopera lo zenzero per attenuare i dolori legati alle mestruazioni?

Sul mercato esistono validi integratori allo zenzero, come quello messo a disposizione sul suddetto shop di Fitosofia (chiamato FitoZen). Tali sostanze sono del tutto raccomandate a chi soffre di dolori mestruali, nausea, emicranie ecc., e in generale fanno bene al corpo in numerosi ambiti – dalla digestione alla pressione alta.

Tante donne prediligono gli integratori perché funzionano rapidamente e regalano un veloce sollievo. In questo caso si può arrivare a 20 gocce, da ingerire quotidianamente fino a 3 somministrazioni nell’arco di 24 ore. Noterai sin da subito un effetto significativo, e potrai tranquillamente riprendere le tue attività consuete anche durante il ciclo.

La tisana allo zenzero

Un’opzione alternativa che ti consigliamo è la tisana allo zenzero, che tra l’altro ha un gradevolissimo sapore speziato e può essere assunta in qualunque momento di pausa. Un ottimo modo per preparare la bevanda è lo zenzero in polvere biologica, che trovi su e-commerce come quello di fitosofia.com.

Il procedimento è semplice: porta a ebollizione una tazza d’acqua, non più di 250 ml, e versa circa 0,5-1 g di polvere di zenzero. Aspetta 5 minuti, poi filtra e sorseggia il prodotto. Non esagerare con le dosi!

Un massaggio con l’olio essenziale di zenzero

Un’altra soluzione ideale contro la dismenorrea è l’olio essenziale di zenzero, che tutti gli esperti suggeriscono come antidolorifico.

Come si impiega questo estratto? Miscela poche gocce, al massimo 10, con un cucchiaio di olio di mandorle dolci o di un altro olio vegetale che preferisci. Distribuisci il composto sulla pancia con un delicato massaggio; ripeti più volte al giorno. Anche qui è importante non eccedere con le quantità, dato che gli oli essenziali sono molto concentrati e potenti.

Consigli per l’assunzione

Già lo abbiamo accennato, ma lo ribadiamo: è indispensabile evitare un sovradosaggio, per non andare incontro a effetti collaterali. Lo zenzero è fonte di benessere, ma come con tanti altri rimedi è fondamentale rispettare le indicazioni.

Prima di procedere, comunque, è conveniente chiedere il parere del medico di fiducia che è a conoscenza della tua situazione clinica. Ad esempio, se hai la gastrite cronica lo zenzero potrebbe accentuare l’irritazione delle mucose gastriche. Parla con uno specialista anche se stai seguendo una terapia con farmaci che agiscono sul sangue: lo zenzero, talora, si comporta come un anticoagulante.

Un’erboristeria italiana ha approfondito scientificamente lo zenzero

Abbiamo citato, nel nostro discorso, il negozio online Fitosofia.com: sul loro sito danno l’opportunità di acquistare una vasta gamma di prodotti naturali tra cui quelli a base di zenzero.

Li segnaliamo perché nel loro blog sono presenti numerosi articoli di approfondimento sulle proprietà dimostrate dello zenzero, con tanto di link a pubblicazioni scientifiche e test clinici eseguiti sugli estratti della radice di zenzero.

Siamo certi che dopo aver letto tutti i loro articoli, ad alcuni verrà voglia di provare subito il loro integratore di zenzero 🙂

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram