L’emozionante storia di Casen, malato di cancro, che ha visto e ha parlato con Gesù

Una storia commovente, l’incontro tra un bambino e Gesù raccontato direttamente da Casen, un piccolo bimbo malato di cancro, a solo due anni e mezzo gli fu diagnosticato un neuroblastoma, una forma di cancro infantile che si sviluppa dalle cellule nervose immature.

Casen racconta di un incontro speciale, era in Paradiso con Gesù e volavano insieme. Da quando ha scoperto la malattia la sua vita non è più stata la stessa, sempre corse in ospedale a Memphis con la paura di non farcela, un altro episodio rende la storia di Casen più strana, in questo calvario che fortunatamente sembra volgere per il meglio, il bambino avrebbe dialogato con Gesù.

Ha ripreso la storia l’Indipendent Journal il 30 novembre scorso, il bimbo avrebbe dato precise indicazioni sui dialoghi, gli chiedono con chi abbia parlato e lui risponde: “con Gesù”, e al papà che gli chiedeva ulteriori informazioni chiedeva: “ma davvero non lo conosci? Non puoi vederlo?”.

Prima di affrontare una delle operazioni anche la nonna ha posto a Casen una domanda, racconta di avergli chiesto se Gesù fosse in quel momento accanto a lui e lui rispose di sì, poi allungò la mano e indicò con il dito un punto esatto “è laggiù”. Ma la cosa che più di tutte ha stupito medici e parenti è stato il racconto che ha fatto dopo l’operazione. “Sono stato in cielo” cli chiesero chi fosse insieme a lui e Casen rispose: “Gesù, il Padre e l’altro” il bambino raccontò in modo dettagliato come fosse il Paradiso e che aspetto avessero Gesù e il Padre, ha citato perfino lo Spirito Santo.

 

 

Secondo i parenti del bimbo non può esserci altra spiegazione nella sua storia se non che il piccolo abbia avuto un’esperienza letteralmente fuori dal mondo. Nessuno avrebbe potuto parlargliene prima e il piccolo non poteva di certo inventarsi una storia così incredibile.


Quando gli chiesero cosa avesse visto in Cielo lui rispose “la gente del Paradiso”, Gesù, racconta, gli disse di tornare a casa, Casen racconta come è avvenuto “Lui mi ha spinto, ho fatto un salto e ho iniziato a volare” racconta inoltre di avere avuto delle ali per il periodo in cui è stato in Paradiso.

Il meraviglioso racconto di Casen per quanto possa avere dell’incredibile, ha riavvicinato la famiglia a Dio, i genitori del bimbo dicono di credere un milione di volte in più di Gesù. Dopo il trapianto di midollo osseo e i trattamenti chemioterapici conclusi lo scorso luglio Casen ha programmata una visita medica che dovrebbe confermare i progressi di questi ultimi mesi.

 

 

In bocca al lupo Casen, Gesù è con te!

fonte: papaboys


“VI RACCONTO LA STORIA DI MIA MAMMA SANTA GIANNA: QUANDO PREGO MI RIVOLGO A LEI”

LA PREGHIERA PIÙ BELLA CHE UNA MAMMA PUÒ FARE PER I FIGLI PRIMA DI DORMIRE