LE PRUGNE SECCHE AIUTANO A PERDERE I KG DI TROPPO

Le prugne secche d’origine biologica hanno proprietà benefiche che aiutano a smaltire qualche chilo, quindi ottime nella dieta, ma la loro utilità si estende anche a tante altre cose.

Iniziamo col dire che sono energetiche ma non troppo caloriche, dieci prugne secche possono apportare tra le 150 e le 230 calorie, mangiarne così tante solitamente è una vera eccezione, perché risultano molto sazianti. Contengono il 35% di zuccheri, tra cui glucosio e fruttosio, utilizzati e metabolizzati velocemente quando si presenta un attacco di fame.

PrugneOsteoporosi-libero4636

Le prugne secche hanno proprietà diuretiche, cosa che le rende ideali per una cura disintossicante dopo periodi di alimentazione eccessiva. Sono indicate per regolare l’attività del fegato e dell’intestino. Sono famose per essere lassativa,grazie alla presenza di una particolare sostanza, la difenilisatina che stimola i movimenti dell’intestino che servono per defecare. Inoltre, le prugne secche contengono fibre secche, circa 10-16 grammi per etto, contro i 2 grammi in media del frutto fresco.

Aiutano anche a mantenere tonici e sodi i tessuti per via delle proprietà antiossidanti dovute alla concentrazione di vitamina A, betacarotone e zinco. Ne bastano una decina al giorno per evitare smagliature e flaccidità.

Come consumarle


Al mattino: per la prima colazione, prugne secche accompagnate da un po’ di cereali integrali e yogurt, favoriscono una rapida evacuazione.

Durante il giorno: le prugne secche possono essere un ottimo spuntino per mettere a tacere la fame durante i pasti intermedi.

Nel tardo pomeriggio: mangiare un paio di prugne secche prima di andare in palestra o dopo una nuotata in piscina aiuterà a non arrivare a casa con lo stomaco che reclama cibo, evitando così di buttarsi in stuzzichini ipercalorici.

Prima di andare a dormire: un decotto a base di prugne prima di coricarsi è utile per depurare e tonificare l’organismo.

FONTE