Le premonizioni, esistono davvero?

Alcuni ricercatori della North Western University e University of California sostengono che l’essere umano sia in grado di prevedere il futuro.
Un indagine scientifica dimostra che questo fenomeno è possibile e l’hanno definito attività anticipatoria anomala.
Alcuni studi fatti su delle persone hanno evidenziato che se vengono sottoposte a stimoli particolari hanno una diversa attività post stimolazione.
La cosa strana è che l’attività precedeva lo stimolo ed era già indirizzata. A questo studio ha partecipato lo psicologo Patrizio Tressoldi dell’Università di Padova che disse a proposito di questa singolare reazione che queste reazioni, quelle dichiarate dalla ricerca, sono deboli ma l’aspetto più interessante è data dal fatto che i segnali sono amplificabili grazie a semplici algoritmi, questo darebbe la consapevolezza al soggetto dell’evento imminente e di conseguenza la possibilità di agire come vuole.
Vedremo in futuro come risponderanno le ricerche e che risultati nuovi produrranno.