Lascia il marito appena scopre che gli restano solo 5 anni di vita

Una moglie ha spiegato perché ha deciso di lasciare il marito quando hanno saputo che gli rimanevano solo cinque anni da vivere.

Il poster anonimo del blog diceva che aveva un figlio di due anni quando al marito fu data la sua diagnosi terminale.

La 33enne ha immediatamente deciso che non voleva che il suo bambino vivesse in una casa con un uomo che stava morendo e non stava facendo nulla per aiutarsi.

Sul sito web Mamamia, la donna australiana ha spiegato che era una di quelle che ha costretto il marito – che fumava regolarmente – a farsi visitare dai dottori dopo essersi accorto di tossire sangue.

Ha detto: “L’ho quasi portato di peso al pronto soccorso perchè non voleva andare” un ultimo “anticipando di molto il suo appuntamento perché stava tossendo sangue.

“Ero troppo indulgente. Era sciocco. Abbiamo capito tutto quando il dottore ci ha detto cosa non andava.”

Gli fu detto che aveva un enfisema di fase 2 e, a causa del fumo, avrebbe attraversato velocemente tutte e quattro le fasi.

Disse: “Mio marito alzò le spalle e disse: ‘Oh bene, se tanto per me ormai è arrivata la fine, posso anche continuare a fumare’, esclamò scherzando.”

Alla coppia fu detto che avrebbe avuto una morte lenta e dolorosa, che avrebbe avuto bisogno di una bombola di ossigeno e che rischiava di perdere la circolazione agli arti.

La donna sapeva che il marito la accusava di averlo trascinato di forza dal medico di famiglia per ascoltare la notizia, ma in quel momento si decise.

Dice che non voleva che suo figlio lo guardasse morire [file immagine] (Immagine: Getty Images / iStockphoto)

Ha detto: “Come madre, sapevo in quel momento che dovevo salvare mio figlio. Non lo avrei fatto crescere, guardandomi mentre badavo a suo padre – che ha scelto lui di non fare niente per aiutarsi – peggiorando davanti al figlio giorno per giorno.

“Chiamami egoista ma non avevo intenzione di prendermi cura di un uomo a cui non importava abbastanza di noi da curarsi per suo figlio, figuriamoci smettere di fumare in modo che potesse vivere più a lungo.

“Sì, chiamami egoista, ma la mattina a mio marito fu detto che sarebbe morto, credevo fermamente che fosse stato anche incredibilmente egoista. Mi ci vollero altri mesi – e orribili discussioni – per andarmene, ma alla fine, L’ho fatto.”