L’ANSIA E’ EREDITARIA?

L’ansia è una sensazione facilmente riconoscibile, c’è però un tipo di ansia, quella ereditaria, che viene presa poco in considerazione e che accompagna da una vita la persona che in età adulta si ritrova in difficoltà e a dover affrontare in modo significativo diversi ostacoli nella vita quotidiana.

La sua caratteristica principale è l’inspiegabilità, la persona interessata inizia ad analizzare la sua vita cercando di individuare possibili cause di stress senza rintracciarne, anzi, la presenza stessa dell’ansia altera la sua stabilità creando problemi.

ansia-1

In alcuni momenti, la persona che ne soffre percepisce questa estraneità del disturbo in forma più che eccessiva e immotivata di uno stato d’allerta che non ha ragione di esistere, una reazione eccessivamente allarmante rispetto all’evento e vorrebbe cacciarla via.


Ma questa ansia si presenta in modo automatico e contro la volontà della persona: ci sono casi in cui guardarsi indietro può essere utile, cercando di rintracciare una causa storica del disturbo che di solito può risiedere in questi punti:

  • Un genitore molto ansioso, che manifestava di continuo il suo malessere;
  • Un genitore super-apprensivo, che vedeva ovunque dei pericoli per i figli e per questo poneva loro continui limiti;
  • Una famiglia, traumatizzata da un evento luttuoso o patologico, che affrontava ogni evento con un’emotività e una preoccupazione eccessive;
  • Un genitore cronicamente depresso, oppure che alterna ansia e depressione, o che da sempre è soggetto a intensi e frequenti sbalzi d’umore.

Riuscire a riconoscere la causa estranea della propria ansia vuol dire poterla disinnescare, prendendo consapevolmente distanza dai modi allarmistici di affrontare il mondo e i dai continui cambi di umore e vedute pessimistiche.

Come superarla?

Molto utili potrebbero essere i colloqui di psicoterapia orientati a comprendere le origini dell’ansia e a individuare i comportamenti adatti per liberarsene, senza attribuire colpa a nessuno.

Se viviamo con genitori ansiosi cerchiamo di fare il possibile per andare a vivere da soli, mentre se siamo già da soli e ci fanno molte telefonate, cerchiamo di non comunicargli tutto quello che facciamo.

FONTE