DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Ottobre 16, 2018

Redazione DonnaWeb

La vera storia della principessa Qajair - La sua bellezza e perfezione ha conquistato migliaia di persone

Un fenomeno virale che naviga ad alta velocità attraverso i social network.

Era considerata un "simbolo di bellezza e perfezione", forse per questo aveva 145 pretendenti dell'alta nobiltà e 13 di loro si tolsero la vita quando furono respinti da lei. Il suo nome è Zahra Khanom Tadj es-Saltaneh ed era presumibilmente una principessa iraniana.

In questi ultimi mesi le foto di questa principessa si sono diffuse a macchia d'olio nei social network, che hanno causato grandi polemiche perché la gente pensava  che fosse uno scherzo mettere in relazione l'immagine con la "bellezza e la perfezione", naturalmente, specialmente perché attualmente ciò che abbonda in molte persone è la superficialità l'hanno catalogata come "la donna più brutta della storia". Inoltre, si ritiene che sia abbastanza complicato confermare che in realtà è la vera principessa che appare nelle fotografie che sono diventate virali, soprattutto per i tempi.

Pubblicità

Più di pretendenti o il suicidio di alcuni di loro, se fosse un simbolo di perfezione e bellezza, ciò che spicca nella storia di questa donna è che apparteneva alla dinastia Qajair famiglia reale iraniana origine turca, lo stesso come sono stati rovesciati dal Dinastia Pahlavi, secondo la storia.

Era sposata con Amir Hussein Khan Shoja'al Saltaneh dal quale aveva avuto quattro figli. Le figlie erano considerate le donne più belle da quando avevano ereditato i tratti della loro madre. Purtroppo la differenza di interessi ha portato a un divorzio, qualcosa di molto strano in quel momento, soprattutto qualcosa di inaccettabile per la cultura e la religione degli iraniani.

La principessa divenne la musa di Aref Qazvini, un poeta iraniano che scrisse "Ey Taj", un famoso poema che dedicò a Zahra.

Zahra Khanom Tadj es-Saltaneh ha combattuto per i diritti delle donne, creando la società della libertà delle donne. Inoltre, è stata una pittrice, scrittrice e una delle prime donne a indossare abiti occidentali in Iran.

La principessa era una donna rivoluzionaria che combatteva instancabilmente per i diritti delle donne, molti la consideravano una " femminista". Era una scrittrice, pittrice, intellettuale e attivista che ospitava saloni letterari in casa sua una volta alla settimana.

Si dice che Zahra fu la prima donna che si tolse il suo hijab in tribunale e indossò abiti occidentali.

Geyik

Secondo gli annali della storia, la principessa morì nel 1936 anche se le cause sono sconosciute, ma si dice che il suo corpo riposi nel cimitero Zahir od-Dowleh in Tajrish.

Ad ogni modo, questa donna ha infranto tutti gli attuali stereotipi di bellezza e sia le sue fotografie che la sua storia continuano ad incuriosire tutti gli utenti sui social network.

Mito o realtà? Cosa ne pensi della storia di questa principessa?  

POTRESTI ESSERE INTERESSATO

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram