La storia di Rodrigo Alves, da Ken umano a Barbie umana, oggi ha cambiato nome e si chiama Jessica Alves

Non è cosa comune, ma ogni tanto senti parlare di persone sottoposte a interventi di chirurgia plastica. Ci sono donne che si rifanno il seno, le labbra o forse semplicemente dare al viso un tocco di luminosità in più.
Ma Jessica Alves, meglio noto come Rodrigo Alves, possiamo tranquillamente dire che ha fatto qualche chirurgia di troppo, cambiando il suo aspetto diverse volte, passando dal Ken umano e adesso alla Barbie umana
.

Va bene non essere completamente soddisfatti del proprio aspetto e del proprio corpo, ma una cosa bisogna ricordare, noi siamo belle e siamo e capaci di fare tutto ciò che desideriamo, basta avere un pizzico di volontà, ma soprattutto, non farsi impensierire dal pensiero della gente la fuori.

Alcune persone hanno scelto di sottoporsi a interventi di chirurgia plastica nel tentativo di alterare il proprio aspetto in positivo. Jessica Alves ha fatto un ulteriore passo avanti e ha ricreato il suo intero aspetto.

Da Rodrigo a Jessica

Inizieremo la storia di Jessica all’inizio del 2020. In un’intervista con The Mirror , Jessica Alves, in precedenza Rodrigo, si è dichiarata transgender.

Sono conosciuto come Ken, ma dentro mi sono sempre sentito come Barbie“, ha detto il 36enne. “Finalmente mi sento me stessa. Affascinante, bella e femminile. “

Conseguenze della “trasformazione”

Jessica ha ricevuto iniezioni di ormoni che le hanno dato fianchi femminili Insieme alle extension di capelli biondi e alle ciglia finte, adesso indossa anche un reggiseno coppa D. A luglio, ha annunciato il cambio di nome da Rodrigo a Jessica.

Per anni ho cercato di vivere la mia vita da uomo. Avevo muscoli finti tra le braccia ma stavo mentendo a me stessa “, ha detto . “Sono una donna e ho sempre avuto un cervello femminile. Ora il mio corpo corrisponde alla mia mente. “

Nel corso degli anni Jessica è stata vista su Celebrity Big Brother (grande fratello straniero) nel 2018 e l’anno scorso ha pubblicato una canzone con il chirurgo plastico italiano Giacomo Urtis chiamata Plastic World. Inoltre, ha oltre 1 milione di follower su Instagram e in precedenza ha lavorato come assistente di volo.

Infanzia

Jessica Alves, ex Rodrigo Alves, è nata il 30 luglio 1983 a San Paolo, in Brasile. Nata da padre britannico e madre brasiliana, già da piccola il nonno le acquistava diverse bambole, permettendole di vestirle come meglio voleva.

“Crescendo, ero molto femminile e giocavo con le bambole e indossavo i vestiti e i tacchi di mia madre“, ha detto , aggiungendo che odiava il suo aspetto durante la sua adolescenza.

“Mi piace ridere, ma mi faceva il naso molto largo. Questo mi infastidiva molto. I miei familiari spesso si chiedevano ad alta voce da chi avessi ereditato quella parte del corpo orribile. Questo è stato il motivo per cui ho dovuto farlo per primo. “

Jessica Alves si è trasferita a Londra per studiare presso la prestigiosa London School of Economics. Nel 2004 ha deciso di sottoporsi per la prima volta a un intervento di chirurgia plastica. Quello era l’inizio di una dipendenza per alterare il suo aspetto fisico e non poteva fermarsi.

“Non sono mai stata completamente soddisfatta dopo un’operazione, e ancora non lo sono dopo averne fatte diverse”, ha detto Jessica.

Jessica Alves – interventi chirurgici

Ora, 16 anni dopo, Jessica ha subito oltre cento interventi chirurgici.

Ha subito interventi chirurgici per lavori al naso, botox e filler, protesi pettorali, liposuzione a mascelle e gambe, trapianto di capelli, modellamento del polpaccio, finto six-pack, filler alle braccia. Le furono anche  rimosse quattro costole e un lifting a “occhio di gatto”.

In totale, Jessica ha speso più di mezzo milione di dollari in interventi chirurgici. Ben presto, i suoi compagni di classe non riuscirono più a riconoscerla. Era chiaro che soffriva di morfodisforia, una diagnosi in cui una persona ha un’immagine disturbata del proprio corpo.

Fin dall’inizio Jessica Alves, in precedenza Rodrigo, voleva diventare una versione maschile della bambola Ken.

Ora punta alla Barbie umana.

Jessica Alves
Instagram / Jessicaalvesuk

Tuttavia, la sua ricerca del corpo ideale non è stata lontana dall’essere pericolosa. Nell’aprile del 2016, Jessica è stata ricoverata in ospedale per necrosi, il che significa che la sua pelle ha iniziato a deteriorarsi.

Un buco ha cominciato ad apparire sul naso nello stesso momento in cui il suo setto nasale sembrava staccarsi dal corpo. Allo stesso tempo, aveva difficoltà a respirare e ha dovuto visitare un ospedale a Malaga, in Spagna.
Ha ricevuto antibiotici attraverso una flebo ogni otto ore, ha riferito il Daily Mail.

Infezione pericolosa

I medici riferirono che l’infezione potrebbe mangiarle attraverso il naso e il viso. La sua faccia potrebbe diventare cancrena.

Non riesco a respirare dal naso e mi sento malissimo. È crollato. Mi è stato dato un appuntamento con un consulente a Londra tra sei settimane e poi spero che l’intervento possa essere effettuato il prima possibile “, ha detto Jessica Alves.

Due anni fa, ha subito un peeling chimico, che ha comportato l’applicazione di una lozione contenente acido sul viso in Spagna, ha riferito il Daily Mail. Dopo averla lasciata penetrare, stava per staccare la vecchia pelle per rivelare la pelle fresca al suo posto.

Jessica Alves
Youtube / 2passClinic

Tuttavia, non è stata un’esperienza piacevole.

E ‘stato abbastanza doloroso e la mia faccia sembra rossa. E come se stessi bruciando, ha detto. Qui a Marbella è molto soleggiato e non posso uscire per i prossimi giorni se non metto la protezione solare.

Jessica è uscita da due scenari spaventosi. Ma nel 2019, dopo la sua undicesima rinoplastica. il naso ha iniziato a collassare. L’ultimo intervento chirurgico avrebbe dovuto riparare una precedente procedura di botox.

Cambiamento di sesso

I risultati di questo intervento sono stati molto piacevoli all’inizio, ma ora dovrò sottopormi a un altro intervento perché il corpo si sta deteriorando e sono spaventata”, ha detto Jessica al Daily Mail .

“Ogni volta è più rischiosa della precedente e sono preoccupata che i medici non saranno in grado di aggiustarmi il naso in modo permanente”.

Nel corso degli anni, Jessica ha ottenuto numerosi riconoscimenti in tutto il mondo grazie al suo aspetto.
Le persone hanno opinioni diverse sul suo modo di cambiare completamente il suo corpo, ma ovviamente la parte più importante è che si senta a suo agio e felice.

Già menzionata, Jessica Alves ha sempre sentito di avere tendenze femminili. Ma è stato solo l’anno scorso, durante un servizio fotografico, che ha deciso di effettuare la grande transizione.

Entro un mese mi è stato diagnosticato un disturbo da dismorfismo di genere e mi è stata data la possibilità di iniziare il trattamento appropriato per la transizione“, ha detto al NY Post a gennaio. “Prima, le persone mi guardavano perché sembravo molto androgino e strano per un uomo. Ora spero che stiano cercando perché pensano che io sia una bella donna “.

“Non ho ancora finito”

Jessica era pronta. Le sono stati rimossi il pomo d’Adamo e i muscoli da uomo, ha subito interventi chirurgici tra cui l’ingrandimento del seno e le iniezioni alle ginocchia, ai fianchi e ai piedi che le sono costati circa $ 35 000.
Inoltre, Jessica ha subito anche un intervento di femminilizzazione del viso e ormoni femminili.

A luglio, parlando al programma britannico This Morning , ha spiegato che le erano rimaste ancora un paio di cose da rifinire.

Ho ancora bisogno di due o tre interventi chirurgici per completare la mia transizione. Arrivato a quel momento giurerò per sempre di aver finito con la chirurgia plastica “, ha detto. “Ogni volta che vado in chirurgia, sì, fa paura, ma è quello che devo affrontare per essere la persona che voglio essere. Devo passare attraverso tutto questo. “

Jessica Alves
Youtube / ThisMorning

Gli ultimi interventi chirurgici necessari a Jessica – che ora ha 37 anni – per completare la sua transizione sono un’inversione del pene e la rimozione dei testicoli.

Nuovo lavoro al naso 

Jessica ha effettuato lavori al naso in Brasile, Colombia, Iran, America e Istanbul. Ha avuto problemi a respirare attraverso il naso e un paio di settimane fa ha dovuto subire un ulteriore intervento chirurgico al naso.

Diversi medici si sono rifiutati di fare l’intervento, perché semplicemente non sapevano cosa fare. Alla fine, ha finalmente trovato un medico a Istanbul che ha usato la cartilagine dal suo orecchio. Ora può finalmente respirare di nuovo normalmente.

Attraverso la sua pagina Instagram , Jessica Alves condivide le foto della sua transizione e della sua vita.

È sicuro di dire, anche se ne ha passate tante, che sembra davvero felice. E nel. fine, questa è la cosa più importante!