LA SPEZIA DIGESTIVA PIU’ EFFICACE AL MONDO, IL CARDAMOMO

Parliamo del cardamomo, una spezia scoperta ed adoperata già ai tempi dei Romani e dei Greci ed è nota come la terza spezia più cara dopo lo zafferano e la vaniglia.

Le proprietà benefiche

Il cardamomo è ricco di potassio, calcio, ferro, zinco, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e C, viene usata tanto nella medicina Ayurvedica e cinese come cura per chi ha problemi al sistema urinario, emorroidi, mal di stomaco, problemi di digestione, dissenteria e colon irritabile.

cardamomo

Ha anche proprietà digestive e porta molto benefici in caso di nausea e vomito; può essere aggiunta a cibi come legumi, verdure cotte, cavoli, tutto questo eviterà il gonfiore addominale.



Ha caratteristiche antisettiche e viene utilizzato nei trattamenti eczemi e psoriasi; l’olio essenziale che si ricava da questa spezia viene usato per rivitalizzare e tonificare la pelle.

Il cardamomo verde, in Iran e India, viene usata per curare le infezioni ai denti e alla gengive, per prevenire e curare mal di gola e alitosi, congestioni ai polmoni, tubercolosi polmonare, infiammazioni delle palpebre e disordini digestivi generici.

Il cardamomo nero, invece, viene usato nella medicina tibetana, indiana, cinese ed iraniana per curare stitichezza, mal di stomaco, dissenteria e disturbi generalizzati dell’apparato digerente.

Una tisana realizzata con questa spezia viene raccomandata in caso di gonfiori gastrointestinali, vomito o nausea.

FONTE