La seconda parte della vita è meglio della prima: non ci credi? Ecco ben 10 motivi

  1. Siamo più felici

Dopo una certa età si è più felici, secondo un sondaggio del Daily Mail le persone felici hanno più di 58 anni, questo perchè a quell’età la maggior parte di noi ha già raggiunto un soddisfacente equilibrio tra tempo libero e lavoro e si sente a posto con la propria vita.

 Invecchiando il nostro quoziente di benessere aumenta con l’età, le persone più anziane sono le più soddisfatte, le meno depresse, pativano meno ansia, stress rispetto alle persone intervistate più giovani.

    2. Sappiamo di più

Il cervello degli anziani è più lento rispetto a quello dei giovani e questo perchè, secondo alcuni ricercatori dell’Università in Germania, conoscono più cose, hanno più da elaborare, il cervello lavora più lentamente perchè ha raccolto più informazioni.

    3. Non c’è più tempo per badare alle piccole cose della vita.

Le cose piccole non infastidiscono più, al contrario di quello che accade nella prima fase della vita, perchè capiamo che le cose piccole sono nient’altro che frivolezze, è il quadro generale che deve essere positivo.

     4. Fare l’amore è più bello.

A quanto pare le donne over 50 sono le più appagate per quanto riguarda i rapporti sentimentali, soprattutto a letto, sanno ciò che vogliono, hanno maggiore padronanza del proprio corpo, gli va di provare piacere ma anche di darne. Anche gli uomini non sono da meno, dopo i 50 anni riscoprono il piacere dell’intimità e godono quasi quanto i ventenni.

    5. Abbiamo più soldi per fare quello che ci va.

Nella maggior parte delle situazioni (anche se ahimè in Italia non è ancora proprio così) gli over 50 hanno  più soldi rispetto a quando erano giovani e rispetto ai giovani in generale, perchè hanno avuto modo di risparmiare nel tempo e di crearsi una posizione.

     6. Facciamo ciò che vogliamo.

Dopo la pensione è tutto svago, libertà a tempo pieno, possibilità di godersi ogni momento, di rilassarsi e dedicarsi ai propri hobby.

 La libertà rende le persone più felici, avere tempo libero per esplorare, provare nuove cose, non ha tempo per deprimersi.

      7. Stiamo meglio con noi stessi.

Le donne che hanno superato i 40 anni sono quelle che stanno meglio con se stesse, dopo una vita a lamentarsi di quei chili di troppo, del ragazzino che non ci guarda e di tutte le ansie, spesso inutili, che colpiscono le donne, dopo una certa età si raggiunge la piena realizzazione e consapevolezza di se stesse, della mente e dell’anima.

      8. Crediamo in noi stessi

Nella prima fase della vita non si fa altro che imparare e prendere esempio, dai nonni, dai genitori, insegnanti, fratelli e anche dagli amici, la seconda fase (quella che va da 25 ai 40) è incentrata sulla carriera e la famiglia, educare e crescere i figli non è un impegno da niente e spesso tra casa e lavoro assorbe tutto il nostro tempo e le nostre energie come una spugna.

    9. Abbiamo gli amici migliori.

Più passa il tempo più ci si rende conto di chi è amico e chi non lo è, i migliori amici sono quelli che restano accanto come nel matrimonio “nella buona e nella cattiva sorte” se siete arrivati nella seconda parte della vita sarà facile rendersi conto di chi ci tiene veramente a noi e chi no.

     10. Acquisiamo una visione d’insieme della vita.

 Rendersi conto che siamo una parte infinitesimale dell’universo, minuscola,

Sette figli dopo e più di quarant’anni a lavorare per un’azienda, la DuPont, come ingegnere chimico, mio padre è in pensione in Florida. La sua mente non si ferma mai. Legge sempre e continua a esplorare le meraviglie della vita. Crede ancora in Dio, ma è anche uno scienziato perciò, di tanto in tanto, lotta con una domanda difficile, quella in cui ci si chiede come possa una Presenza grande e onnipotente sorvegliare un luogo – l’universo – che, a quanto sappiamo oggi, ha un diametro di 93 milioni di anni luce e milioni di galassie al suo interno. C’è una cosa che papà capisce davvero, che mi ha insegnato e che dobbiamo accettare e accogliere: che siamo soltanto una parte infinitesimale, minuscola di tutto questo. Questa è la visione d’insieme.

Ecco il trucco: è questo che ci rende così speciali, ci rendiamo conto di esser parte di una cosa tanto straordinaria. È ciò che rende la seconda metà della nostra vita così sacra, unica e più bella, davvero.



fonte: huffingtonpost

Perdere peso dopo i 40 anni? Io ci sono riuscita, ecco la mia dieta!

Il cervello delle donne dopo i 40 anni: la magia di essere donna