DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Settembre 28, 2018

Redazione DonnaWeb

La prima donna che rifiutò il matrimonio riparatore: avrebbe dovuto sposare un uomo solo per mantenere l'onore

Da tempo esiste il classico matrimonio riparatore, si basa sul fatto che sposare una donna violata e senza onore è l'unico modo per salvarla da un futuro incerto, di ripudio e solitudine. In molti paesi è una pratica del tutto possibile, in altri è proibita dalla legge.
La storia di Franca Viola, una siciliana vittima di abuso sessuale negli anni Sessanta, dice molto della questione in Italia, dove il matrimonio riparatore venne ufficialmente dichiarato illegale solo nel 1981.

 La prima a ribellarsi davanti all'intera nazione.
immagine: Wikipedia

Franca Viola nacque nella città di Alcamo nel gennaio del 1948 in una comune famiglia di mezzadri. All'età di quindici anni, col consenso dei genitori, si fidanza con un compaesano di nome Filippo Melodia, membro di una famiglia benestante e nipote di un noto esponente mafioso della zona.
Dopo essere venuti a conoscenza dei legami famigliari del giovane e in seguito ad alcuni episodi di furto da lui perpetrati, la famiglia di Franca decide di mettere fine al fidanzamento. La cosa non piacque ai Melodia e tanto meno al ragazzo che, dopo un breve periodo di vita in Germania, torna al paese di origine e inizia a compiere una serie di atti vandalici e minacce armate principalmente rivolti contro il padre della ragazza, Bernardo Viola.

Il 26 dicembre del 1965, Filippo Melodia decide che per ottenere ciò che desidera, ossia la "sua" fidanzata, l'unica cosa è fare come avevano già fatto in tanti prima di lui: insieme a un gruppo di amici, si reca a casa di Franca dove picchiano la mamma e portano via la giovane. Per undici giorni la tiene prigioniera e a digiuno e, dopo una settimana di reclusione, abusa fisicamente di lei.
Il 6 gennaio la polizia riesce finalmente a individuare il luogo in cui era stata nascosta Franca e arresta Filippo. Il ragazzo non preoccupò granché: sapeva con un matrimonio riparatore sarebbe scampato al carcere e avrebbe definitivamente fatto sua la ragazza.

Pubblicità

[otw_shortcode_button href="https://donnaweb.net/la-prima-donna-che-rifiuto-il-matrimonio-riparatore-avrebbe-dovuto-sposare-un-uomo-solo-per-mantenere-lonore/2/" size="medium" icon_position="left" shape="square" color_class="otw-pink"]continua a pagina 2[/otw_shortcode_button]

logo romalike trasparente piccolo
Copyright © 2021 Donnaweb.net di Comito Rosaria. P.IVA: 06922390825. Tutti i diritti riservati.
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram