La piccola di 6 mesi sopravvive a 3 interventi a cuore aperto – Muore poco dopo per una stupida svista dei medici

Elizabeth “Beth” Vera Hutt era una combattente. Prima di avere sei mesi, ha subito tre interventi a cuore aperto. Ma mercoledì è morta dopo una lunga battaglia di mesi con un’infezione da muffa.

Elizabeth Vera Hutt ha preso le ali nel suo 175 ° giorno di vita alle 4:40. La scorsa notte, Beth ci ha detto che era pronta ”, ha scritto la sua famiglia su Facebook .

Quando Katha Hutt era incinta di quattro mesi, i medici la informarono che la piccola aveva un difetto cardiaco. Katha ha dato alla luce Beth il 21 agosto 2019. Le è stata diagnosticata la sindrome del cuore sinistro ipoplasico e ha richiesto un intervento a cuore aperto quando aveva solo cinque giorni.

Katha e suo marito Micah acconsentirono a far correre Beth dall’ospedale generale di Tacoma all’ospedale pediatrico di Seattle, dove i medici erano superiori, ma l’ ospedale aveva un problema con Aspergillus .

Beth è stata sottoposta a tre interventi chirurgici a cuore aperto, ma a un certo punto durante la sua permanenza presso Seattle Children’s ha contratto un’infezione da muffa di Aspergillus. Per mesi il suo corpicino ha dovuto lottare contro l’infezione.

La sua famiglia ha tenuto gli amici e la famiglia aggiornati su Facebook delle sue condizioni, anche se negli ultimi mesi ha iniziato a declinare.

Beth è molto, molto malata“, ha condiviso la sua famiglia all’inizio di febbraio.

Mercoledì, gli Hutts hanno condiviso un aggiornamento straziante. Beth ha lasciato questo mondo.

Mi chiederò sempre se ci sono stati diversi interventi che avrebbero potuto aver luogo, se l’Aspergillus non fosse stato lì“, ha detto Katha a gennaio.

A gennaio, gli Hutts si sono uniti a una causa di azione collettiva sostenendo che i dirigenti dell’ospedale sapevano almeno dal 2005 che Seattle Children’s aveva un problema di muffa potenzialmente mortale.

Secondo KOMO, Seattle Children’s ha rivelato a novembre 2019 che 14 pazienti avevano sviluppato infezioni correlate allo stampo proveniente dalle unità di trattamento dell’aria nelle sale operatorie dell’ospedale. E nel corso di diversi anni un totale di sette bambini sono morti di conseguenza, Beth era la settima.

L’ospedale sta attualmente lavorando per installare filtri anti muffa nelle loro 10 sale operatorie. Sebbene l’ospedale stia lavorando per porre rimedio al problema mortale, non sostituirà il dolore dei bambini persi in precedenza.

Questo è assolutamente orribile e non sarebbe mai dovuto succedere.

Condividilo se ritieni che chiunque sia a conoscenza del problema della muffa dovrebbe essere ritenuto responsabile.