DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Gennaio 6, 2020

Redazione DonnaWeb

La moglie fissa silenziosa per ore - poi il marito le afferra la mano e scopre l'atroce verità dietro il suo sguardo

Il mondo tra le malattie che si possono vedere e quelle che sono meno visibili rimane ancora molto distante. Mentre i disordini mentali come la depressione e gli attacchi di panico sono reali al cento per cento, non possiamo vederle nello stesso modo in cui vediamo qualcuno che soffre di un raffreddore ad esempio.

Per questo motivo, spesso dimentichiamo quanto possano essere dolorosi e difficili questi disturbi per coloro che ne soffrono.

Dimentichiamo anche quanto possa essere doloroso per le persone più vicine alle persone che soffrono di una malattia mentale.

Pubblicità

Di recente una donna ha pubblicato su Facebook un post che descrive ciò che prova qualcuno che soffre di ansia e ha offerto informazioni su quanto possa essere difficile anche per il coniuge.

Il suo post è diventato virale, con oltre 30.000 persone che lo condividono. E capisco perfettamente il perché.

Leggi i suoi post qui sotto e non dimenticare di condividere con tutti quelli che conosci: potresti aiutare qualcuno più di quanto pensi. 

"All'uomo la cui moglie o partner è affetta dall' ansia,

Potresti aver sentito che ha l'ansia di sedersi al suo fianco in uno studio medico, tenendole le mani mentre le lacrime le scorrono sul viso. Potresti averla vista arrabbiarsi ed esplodere perché è sopraffatta dalla collera. Mi chiedo da dove provenga questa rabbia.

Potresti averla vista sedersi in silenzio a fissare in lontananza con il panico negli occhi.

Potresti aver indovinato, oppure sbagliato, ma in entrambi i casi ci sono cose che dovresti sapere.

L'ansia ha molte sfaccettature, non è coerente e non è sempre facile da interpretare. Potresti pensare che ti abbia appena lasciato, ma è stata l'ansia a farlo, potresti pensare che sia arrabbiata, ma è l'ansia che ti soffoca, potresti pensare che non si stia divertendo quando esci ed è colpa tua, ma non è veri. È colpa dell'ansia.

Sai come non riesce a capire quando le chiedi "A cosa stai pensando?" Perché dovresti rispondere con "niente". È perché non pensa mai. . . Niente. I suoi pensieri si ripetono come un treno merci nella sua testa a tutto vapore avanti, ancora e ancora. È estenuante per lei. È per questo che è stanca.

© Shutterstock

Non passa giorno in cui non pensa. Pensa a tutto, e di solito è lo scenario peggiore. Si preoccupa che qualcosa vada storto. Se alcuni giorni andrà fuori casa, accadrà qualcosa. Rapimenti, morti, cadute, macchine fuori controllo, ecco perché non può semplicemente uscire di casa o semplicemente uscire, anche se l'hai aiutata con buone intenzioni. Ma non è così facile. Ecco perché quando è a casa da sola o fuori da sola ti scriverà un milione di volte, raccontandoti ogni mossa o raccontandoti tutto ciò che non va, sa che non puoi cambiare nulla, sa che ti senti impotente, ma anche lei , ecco perché ha bisogno di condividere questo strazio con te, altrimenti la sua testa esploderà per il panico.

A volte si chiede perché tu sia con lei, e se sapessi che aveva l'ansia saresti ancora lì, te ne pentirai? Starai con lei? Vorresti essere con qualcun altro che non avesse questo problema?

Non farla stare male per aver perso un appuntamento, una festa, qualunque cosa. Voleva andare, ma non poteva. Si sente già male. Dille che va bene. Porta i bambini fuori a giocare quando la vedi lottare, incoraggiala a prendersi del tempo per sé. Se i bambini sono svegli tutta la notte ed è peggio se ha meno sonno, alzati con lei, prendi il controllo. Dille di tornare a letto.

© Shutterstock

A volte la risposta non sarà così ovvia. A volte non sa quale sia la risposta a ciò di cui ha bisogno, ma finché sarai paziente con lei, sentirà il tuo amore. Non vuole che la sua ansia definisca la tua relazione e quando sei paziente, le stai dicendo che sei disposto a fare lo stesso.

L'ansia le spezza il cuore. Davvero. Vorrebbe solo sentirsi libera. La libera sensazione di essere spensierata e non prigioniera di questa brutta malattia. Libera dalla voce che segue il suo elenco di tutte le sue insicurezze.

Non tutti i giorni saranno cattivi, e quei giorni dovrebbero essere celebrati, ma nei giorni cattivi, la celebri lo stesso, perché ne ha bisogno.

Ti apprezza, ti ama. È vulnerabile e spaventata. Ma ti ha scelto per condividere il suo più grande tessuto profondo che risiede nel suo cuore, e sapeva il giorno in cui ti ha incontrato che eri il degno di vederla in tutte le sue imperfezioni. Ti amerà con tutto il cuore e sai che lo farà perché ha già elencato i pro e i contro.

... E così come sei al suo fianco, sarà ferocemente fedele a lei. Per sempre, devi solo prenderle la mano e dirle: "Sono con te".

Amore,

Una moglie, una donna e una mamma che ha l'ansia. "

Condividi queste parole: potresti dare speranza a qualcuno oggi.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram