La mamma ha perso la figlia non ancora nata ed è quasi morta per avvelenamento durante una vacanza da sogno

Una mamma in lutto si è aperta per il suo dolore dopo aver perso la figlia non ancora nata – e quasi la sua stessa vita – a causa di una sospetta infezione da Listeria durante le vacanze.

Brigitte Purcell ha condiviso pubblicamente la sua tragica prova in mezzo a uno scoppio mortale in corso del virus in Spagna .

Incubo inaspettato

La mamma Brigitte e il marito Daniel erano entusiasti di portare la piccola Jude nel mondo fino a quando la loro vacanza da sogno è diventata un incubo.

L’ex reporter di Newshub, della Nuova Zelanda, era incinta di poco più di cinque mesi e in tournée in Europa quando si ammalò a Parigi poco dopo aver lasciato la piccola cittadina balneare spagnola di Tamariu.

Brigitte e Daniel Purcell furono lasciati in lutto per la perdita del figlio non ancora nato, Jude (Immagine: Brigitte Purcell)

La Spagna il mese scorso ha lanciato un urgente avvertimento ai turisti britannici mentre una donna è morta a causa dell‘infezione batterica, che è stata fatta risalire a una fabbrica di suini nella provincia meridionale di Siviglia.

A fine ottobre, secondo quanto riferito, la Spagna ha confermato tre morti, sette aborti spontanei, 200 infezioni confermate e molti altri casi sospetti di listeriosi, spingendo le sue autorità e l’Organizzazione mondiale della sanità a dare allarmi ai turisti.

I proprietari della compagnia alimentare accusati di essere al centro della crisi sono stati arrestati con l’accusa di omicidio colposo, riferisce El Pais .

Pericoli arrivati in ritardo

Tuttavia tragicamente per Brigitte e la sua famiglia – afferma che gli avvertimenti sulla salute pubblica relativi a morti e aborti spontanei a seguito dell’epidemia hanno iniziato a emergere una volta che era già in viaggio tre settimane fa.

La mamma e l’insegnante di yoga sono ora alla ricerca di risposte dopo la perdita della bambina che si aspettava eccitata di aggiungere alla sua famiglia a febbraio 2020.

L’ex reporter del Kiwi ha coraggiosamente condiviso il suo calvario (Immagine: Brigitte Purcell)

Lei e suo marito hanno tenuto le loro notizie sui bambini una ‘sorpresa’ per molti dei loro amici.

La coppia si era fermata in Spagna dopo essersi recata al matrimonio di un amico in Francia durante il loro fantastico viaggio.

Brigitte ha descritto come aveva imparato il francese nella speranza di insegnare alla loro bambina la lingua. 

Trascorsero la maggior parte del loro tempo in Francia, ma viaggiarono in Spagna per quattro notti, rimanendo a Tamariu – che secondo lei era piena di altre donne in gravidanza e famiglie.

Brigitte disse che era l’unico posto dove potevano cucinare da soli, prima di finire il loro viaggio a Parigi e poi tornare a casa in Nuova Zelanda

Primi segni di cedimento

Ha iniziato a sentirsi male a Parigi la notte prima di tornare indietro, e ha iniziato a deteriorarsi ulteriormente una volta tornata a casa.

In un straziante post di Facebook che ha anche condiviso con i suoi quasi 12.000 follower su Instagram.

Lo ha definito “il post più difficile che abbia mai dovuto scrivere”.

La sera prima di tornare a casa ho iniziato a sentire dei dolori muscolari e un po ‘ di freddo, ma ho pensato di tornare a casa dopo un lungo viaggio.

Durante i voli verso casa si ammalò e peggiorò progressivamente quando arrivò a casa.

Avevo brividi estremi e febbre altalenante, ogni dolore muscolare mi paralizzava, non riuscivo a muovermi dalla posizione fetale e riuscivo a malapena ad aprire gli occhi.

Inizialmente i medici dissero a Brigitte che aveva l’influenza

Descrisse come la sua salute cominciò a peggiorare così tanto che sua suocera chiamò un’ambulanza e fu portata d’urgenza in ospedale.

Mentre un dottore la controllava, fece una tragica scoperta.

L’ex reporter di Newshub ha condiviso il suo calvario con i suoi seguaci sui social media (Immagine: Brigitte Purcell)

“In questa fase avevo difficoltà a respirare, quindi ha controllato i miei polmoni con un’ecografia per assicurarsi che fosse tutto a posto.

“Da lì ci ha chiesto se volevamo vedere la nostra bambina. Abbiamo esultato dicendo di sì, ma la nostra eccitazione si è rapidamente trasformata in terrore quando abbiamo visto la piccola di 5 mesi e mezzo immobile sullo schermo.

“Fu rapidamente confermato da un ecografo che il battito del cuore della nascitura Jude si era fermato.”

È stata portata in un reparto di maternità e la sua famiglia è stata portata in aereo per il supporto mentre il personale medico ha iniziato a indagare su ciò che aveva ucciso la bambina mentre si affrettavano ad isolare la sua infezione.

Un team di malattie infettive ha detto alla coppia di aver rilevato una possibile fonte di infezione nel sangue: la Listeria monocytogenes.

Entro 36 ore la diagnosi è stata confermata.

Alla mamma devastata è stato detto che l’infezione batterica può rivelarsi mortale per i pazienti con sistema immunitario indebolito, come gli anziani e le donne in gravidanza.

Brigitte Purcell ha lavorato per il canale di notizie della Nuova Zelanda Newshub (Immagine: Brigitte Purcell)

Una volta che la causa della sua malattia è stata limitata nel corpo, i medici le hanno detto che avrebbe dovuto dare alla luce suo figlio rapidamente a causa del rischio di infezione da sepsi .

La sua vita era in pericolo

“Mi è stato dato il misoprostol per indurre il travaglio intorno alle 16.30 e questo è quando ho quasi perso la vita.

“Dopo 10 minuti di assunzione del farmaco ho iniziato a tremare in modo incontrollato, riuscivo a malapena a respirare, sentivo il freddo gelido e il mio corpo stava iniziando a cedere dal dolore.

“Circa 1 minuto dopo il mio letto d’ospedale è stato circondato da oltre 15 medici, avrei scoperto in seguito che questa era la squadra di rianimazione per adulti in terapia intensiva, preparandosi al peggio quando il mio corpo è entrato in una spirale ‘mortale’.”

Il batterio di Listeria monocytogenes può essere mortale (Immagine: Getty Images / Science Photo Libra)

I medici temevano che avesse uno shock settico, una reazione allergica o listeriosi.

Brigitte scrisse come riusciva a malapena a respirare e i suoi segni vitali entrarono in un territorio pericoloso.

“È stato un miracolo che sono sopravvissuta e ancora non riesco ancora a capire quel momento nel tempo. La mia infermiera e ostetrica in seguito mi avrebbe detto che credevano che sarei morta. Ma questo ostacolo sembrava piccolo rispetto a quello che stava per accadere.

“Circa un’ora dopo aver quasi perso la vita il mio utero ha iniziato a contrarsi, preparandosi a liberare mia figlia, Jude.

Tamariu Cove, Spagna (foto: sm)
Tamariu Cove, Spagna (foto: sm)

Un triste parto

Inutile dire che purtroppo nonostante numerosi dolori e contrazioni, ha dovuto dare alla luce la bambina morta, un dolore straziante per le e la famiglia.

Adesso la madre esorta gli utenti del web a fare una preghiera per la sua piccola jude, che non ha mai aperto gli occhi su questo mondo.

“Per favore, prenditi un momento per inviare i tuoi pensieri e le tue preghiere alla nostra cara Jude. Una bambina che avrebbe avuto sicuramente una bellissima energia che è probabilmente troppo potente per la terra. Forse un giorno si unirà a noi su questa terra ma per ora è necessaria la sua preziosa anima altrove.”