La mamma di Roxy ha perso la sua battaglia mercoledì – tre anni dopo che il padre è morto nel sonno

Questa immagine straziante mostra il momento in cui una bambina di otto anni ha baciato teneramente sua madre prima di morire di cancro lasciandola orfana.

La piccola mamma di Roxy Fenn, Vicky, 38 anni, ha perso tragicamente la sua battaglia mercoledì sera – solo tre anni dopo che suo padre è morto nel sonno.

Le notizie devastanti sono state pubblicate sulla pagina di supporto della famiglia su Facebook, “Fenn’s Fighters”, giovedì.

Nel post c’era scritto: “È con cuore pesante che devo far sapere a tutti che Vicky si è addormentata per sempre alle 11.30 di ieri sera.

Era pacifica, per niente dolorante e circondata dall’amore della sua Famiglia. La sua lotta è finita.

Grazie a tutti per i vostri gentili messaggi di amore e sostegno negli ultimi giorni e condivideremo con voi le disposizioni funebri la prossima settimana, tanto amore per tutti i combattenti come Fenn”

La toccante immagine di mamma e figlia insieme è stata pubblicata su Facebook sabato scorso dopo che Vicky è stata trasferita in un ospedale.

Mostra la ragazzina che si china sul letto, il braccio allungato sulla sua mamma amorosa, mentre la bacia teneramente sulle labbra.

Vicky, di Benfleet, nell’Essex, recentemente ha parlato delle sue paure che sua figlia sarebbe rimasta senza genitori dopo che la sua famiglia è stata colpita da una serie di tragedie.

Quando Roxy aveva cinque anni, il padre, Bob, morì nel suo sonno a 55 anni nel 2015 a seguito di diversi problemi al cuore e alla tripla operazione di bypass.

 Vicky aveva solo 36 anni quando le fu diagnosticato un cancro al seno terminale - un anno dopo la morte del suo compagno e del padre di Roxy

FACEBOOK / FENN’S FIGHTERS
10
Vicky aveva solo 36 anni quando le fu diagnosticato un cancro al seno terminale – un anno dopo la morte del suo compagno e del padre di Roxy

 Vicky ha documentato la sua battaglia con il cancro al seno terminale su Facebook

FACEBOOK / FENN’S FIGHTERS
10
Vicky ha documentato la sua battaglia con il cancro al seno terminale su Facebook

 La mamma ha parlato del suo dolore al pensiero che sua figlia avrebbe presto perso entrambi i suoi genitori in giovane età

FACEBOOK / FENN’S FIGHTERS
10
La mamma ha parlato del suo dolore al pensiero che sua figlia avrebbe presto perso entrambi i suoi genitori in giovane età

Ma la loro sfortuna continuò solo un anno dopo, quando Vicky, allora 36enne, scoprì un nodulo al seno nel luglio 2016.

Lo fece controllare il mese seguente e fu inviato per una mammografia seguita da un’ecografia e una biopsia.

Il dottore pochi giorni dopo le ha rivelato la terribile notizia: aveva il cancro al seno .

A Vicky inizialmente è stato detto che, sebbene il suo tipo di cancro si trovasse spesso solo nella fase terminale, la malattina non era in fase così avanzata e poteva essere curabile.

 Vicky aveva iniziato una lista dei secchi e ha iniziato a creare una scatola di ricordi per sua figlia

FACEBOOK / FENN’S FIGHTERS
10
Vicky aveva iniziato una lista dei secchi e ha iniziato a creare una scatola di ricordi per sua figlia

 Vicky aveva solo 38 anni quando morì di cancro al seno mercoledì - aveva fatto una campagna per l'età per ridurre le mammografie obbligatorie

FACEBOOK / FENN’S FIGHTERS
10

Ma nel giro di poche settimane, la malattia si è diffusa nelle sue ossa e nel maggio 2017 le è stato detto che era terminale, con una prognosi di due anni.

Parlando solo due mesi fa, Vicky ha detto di sentirsi “derubata” della sua vita, soprattutto dopo che gli è stato inizialmente detto che era curabile.

Ha detto che aveva in programma di trascorrere tutto il tempo con i propri cari e stava lavorando attraverso una lista di bucket con Roxy.

Vicky aveva anche iniziato a creare una scatola di memoria per sua figlia – piena di carte e regali – per fargliela aprire mentre cresceva

Ha detto a  Mirror Online : “Sto comprando regali per  i suoi compleanni, fidanzamenti e partecipazioni di nozze, voglio che lei sappia che sarò sempre lì vicino a lei.

“Farò due coperte all’uncinetto per lei e per il suo primo bambino, ne sto facendo una in blu e una in rosa”.

Anche la mamma ha dovuto prendere accordi strazianti per la cura della figlia dopo la sua morte e ha deciso che avrebbe dovuto vivere con sua zia.

fonte:thesun.co.uk