DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Maggio 14, 2020

Redazione DonnaWeb

La madre scatta la foto alla figlia morente – Appena la rivede nel cellulare resta scioccata da una strana figura

Nessun genitore dovrebbe mai assistere alla morte del proprio figlio. Ma questo è stato purtroppo il tragico caso di Sarah Danbury del Lincolnshire, in Inghilterra. La madre di tre figli fu costretta a seppellire la figlia di 19 anni dopo che la giovane perse la sua lotta contro il cancro.

Poche settimane prima della morte di sua figlia, Sarah ha fotografato sua figlia nel suo letto d’ospedale.

Ora, quell’immagine si sta diffondendo in tutto il mondo. Ecco perché.

Pubblicità

Amy aveva solo 19 anni quando fu colpita da una forma aggressiva e mortale di cancro al fegato. Nonostante le notizie devastanti, Amy ha inserito e dedicato i suoi ultimi mesi alla sua famiglia. Ha partecipato al matrimonio di sua madre e ha sostenuto suo nonno, che soffriva anche di cancro.

Era una ragazza così coraggiosa. Non era il tipo di persona che si sedeva e piangeva, era forte e una vera combattente “, ha detto la madre Sarah al Daily Mail.

Bild: Facebook

Il nonno di Amy è morto nel marzo dell’anno scorso. Nel frattempo, Amy ha continuato a lottare contro la sua malattia.

Una strana figura

Ma il cancro alla fine avrebbe avuto la meglio su di lei. A settembre, Sarah ha fotografato sua figlia mentre erano in ospedale per le solite cure. Sarebbe stata una delle ultime fotografie che aveva di sua figlia. Ma quando in seguito ha dato un’occhiata più da vicino alla foto, ha scoperto qualcosa di strano sul muro dietro Amy.

Il riflesso della luce sembrava essere modellato proprio come la sagoma di un angelo.

È il mio angelo custode“, disse Amy quando vide la foto.

Bild: Facebook

Solo tre settimane dopo, Amy è morta.

L’immagine di Amy e sua madre è stata successivamente pubblicata online ed è stata pubblicata su tutti i social. Ogni volta che Sarah guarda la foto, non può fare a meno di pensare che il nonno di Amy la stava sorvegliando quel giorno – e aspettando di condurla dall’altra parte della “vita”.

Sono stata molto commossa da questa storia. Pensi che fosse un angelo che vegliava su Amy quel giorno nel suo letto d’ospedale? Per favore condividi questo articolo se anche tu sei stata toccata. 

Riposa in pace Amy.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram