La madre aveva 4 bambine in grembo – Ma durante la gravidanza si susseguono diverse tragedie

Sapere di essere incinta è una sensazione meravigliosa. Quel senso di pura meraviglia e possibilità per il future non può essere eguagliato.

Così è stato per Tori Keller , una diciannovenne dell’Alabama a cui è stato detto che era incinta di quattro bambine. Quello che avrebbe dovuto essere un periodo di grande gioia divenne presto un incubo, sopratutto quando ricevette un duro colpo alla sua scansione di 15 settimane.

A Tori fu detto che tre delle bambine non ancora nati – le bambine B e C – avevano condiviso una placenta che purtroppo non creerà problemi per tenerle in vita durante la gravidanza. Mentre la bambina D ha improvvisamente smesso di battere il cuore.

Notizie strazianti

Quindi, solo due giorni dopo il suo appuntamento di 18 settimane, Tori notò che non sentiva più movimenti. Dopo aver sofferto di dolore al fianco, ha contattato il suo medico, ma le è stato detto di non preoccuparsi: le è stato comunicato che i dolori erano probabilmente il risultato dell’espansione dell’utero.

Tragicamente, la realtà era decisamente peggiore. Al loro appuntamento di 19 settimane divenne evidente che le bambine B e C avevano smesso di vivere, lasciando Tori e Tyler con una sola bambina che viveva nel suo grembo.

Tori era determinata a salvare la sua bambina rimasta, ed è stata attentamente monitorata. A sole 21 settimane fu portata in ospedale per un esame, poiché la sua cervice si era indebolita. A 23 settimane ha dovuto sottoporsi a un taglio cesareo d’emergenza dopo essere entrata prematuramente in travaglio.

All’inizio il lavoro era appena percettibile, un po ‘di mal di schiena, ma man mano che diventava più intenso e andava e veniva, ero terrorizzata”, ha detto.

“Soprattutto quando l’infermiera ha confermato che stavo avendo contrazioni. Poi quando mi sono rotte le acque ho saputo che non sarei più potuta tornare indietro. Ero così spaventata di perdere l’unica bambina. “

La piccola Athena è nata il 2 gennaio 2017, con un peso di 5 kg. Gli occhi della piccola erano chiusi e le sue orecchie non si erano ancora sviluppate correttamente.

Credito: MDWFeatures / Tori Keller

Eppure nella nebbia della nascita di Athena, la tragedia è rimasta: Tori ha dovuto far nascere le altre bambine decedute.

Ha detto: “Il recupero dal lavoro non è mai stato come prima. Sono stata tagliata in modo diverso dal “normale”. Mi hanno tagliata orizzontalmente all’esterno, mentre all’interno verticalmente. “

L’arrivo di Athena

Per quanto riguarda Athena, Tori e Tyler sono stati costretti ad aspettare due settimane e mezzo prima ancora di riuscire a trattenerla. Ha trascorso i primi 127 giorni della sua vita in ospedale prima di essere portata a casa. Inutile dire che è stato un momento di prova.

Vedere Athena per la prima volta è stato surreale. Certo, non ho mai voluto vederla così, ma è davvero incredibile vedere una bambina così piccola ”, ha spiegato Tori.

“Ero spaventata e triste per il fatto che doveva essere agganciata a tubi e fili, piuttosto che alla mia pancia, ma ero piena di tanto amore per lei.

Tori afferma che Athena è ora una bambina vivace e loquace, sorella maggiore di Zaccaria di un anno e che sta facendo grandi progressi nel suo sviluppo.

Auguriamo ad Athena tutto il meglio della vita. Stiamo inviando preghiere a Tori e Tyler per i loro tre angeli.

Condividi questo articolo per mandarle buona fortuna bene!