La leggenda degli occhi verdi, la linfa del lago e il cacciatore

Avete gli occhi verdi? Dovete sapere che c’è una leggenda che solo voi potete vantare; stando ad alcuni studi ci sarebbe una correlazione tra colore dell’iride e aspetti caratteriali e comportamentali.

Molte persone con gli occhi verdi tendono ad avere bordi di una sfumatura di un azzurro o nocciola particolare. Si tratta di persone generose ed altruiste pronte ad aiutare il prossimo in modo incondizionato, ma sono anche permalose, soprattutto se vengono toccate da vicino.

Le donne con gli occhi verdi sono gelose del partner, pignole e puntigliose, ma in amore sanno dare tutte se stesse.

L’uomo è molto vanitoso, gli piace mostrarsi ma non per sentirsi superiore, vuole solo sentirsi fare complimenti, in compenso è molto dolce e intelligente. In amore sono provocatori e seduttori.

La leggenda

Un giovane cacciatore cercò ristoro alle rive del Lago della Ninfa, si sciacquò il volto con l’acqua, poi un’apparizione lo affascinò. Sull’altra riva del lago era apparsa una fanciulla bellissima, che lo guardo fissandola con i suoi occhi verdi. Il ragazzo rimase abbagliato e se ne innamorò subito. La giovane lo guardò ancora e poi scomparve, lui cercò di inseguirla.



Il ragazzo chiuse ai carbonai chi fosse e loro risposero: “E’ la ninfa che si pettina sole…Una creatura malefica. Guai a chi si innamora di lei: è perduto!”.

Il giovane non credette alle loro parole, ritornò al lago il giorno successivo e ancora una volta la ninfa apparve sull’altra riva, questo accadde per vari giorni; non sopportò più quel gioco crudele e gli urlò il suo amore. La fanciulla lo guardò ancora con i suoi occhi verdi e gettò sul lago una magia per creare un ponte di cristallo, indirizzando al giovane un canto dolcissimo.

Il cacciatore iniziò a correre ma quando arrivò a metà del ponte, questo sparì e cadde nelle acque gelide del lago e morì.

I carbonai commentarono l’accaduto in vari modi: alcuni dissero che la ninfa, per punizione era stata tramutata in roccia; altri sostennero, che la fanciulla si pentì e si affidò al lago dove era morto il suo innamorato. Da allora, a volte guardando nel lago si possono vedere fluttuare due nuvolette vicine.

Fonte: http://www.donne.co/leggenda-occhi-verdi/