La foto di queste due gemelline abbracciate ha fatto il giro del web, eccole oggi dopo 22 anni

L’amore è una cosa meravigliosa e la storia delle gemelline Brielle e Kyrie Jackson è tra gli esempi più belli di quanta forza possa dare.

La storia inizia il 17 Ottobre del 1995, quando dodici settimane prima della scadenza nascono le gemelline e secondo il protocollo ospedaliero del Medical Center of Central Massachusetts in Worcester vengono poste in due incubatrici diverse, separate per evitare il rischio di infezioni.

Mentre la piccola Kyrie cresce normalmente e non presenta alcun rischio, Brielle ha difficoltà di respirazioe e l’aumento di peso è lento e la presenza di ossigeno nel sangue è molto bassa.

Il 12 novembre Brielle peggiora, il battito cardiaco è accelerato, ansima, le braccia e le gambe sono diventate blu, i genitori sono terrorizzati, in lacrime osservano gi infermieri che tentano di aiutare la piccola in ogni modo ma senza successo e ormai si preparano al peggio.

L’infermiera del reparto Gayle Kasparian all’improvviso ricordò il racconto di una collega che lavora in Europa sul porre i gemellini nella stessa incubatrice ma le regole dell’ospedale non lo permettono, la responsabile è fuori per una conferenza e allora chiede il permesso ai genitori, prende Kyrie e la pone nell’incubatrice con la sorellina in gravi condizioni che non vede dal giorno in cui sono nate.

Sotto gli occhi stupiti dei genitori e di tutto il reparto Brielle si rannicchia accanto alla sorellina Kyrie e si calma, i valori del sangue, dell’ossigeno tornano normali e raggiungono livelli mai avuti prima.

Accade poi l’incredibile, Kyrie allunga il braccio, abbraccia la sorellina e si addormenta.

Il protocollo ospedaliero degli Stati Uniti è stato cambiato dopo questo caso, i gemelli prematuri vengono posti nella stessa incubatrice e non sono mai stati rilevati casi di infezioni tra i neonati.

Le sorelline Jackson non si sono mai più divise da allora, hanno dormito insieme tutta la vita e ancora oggi, ventenni, dormono nello stesso letto, una forza d’amore commovente che ha vinto su tutto, anche sulla malattia e la morte, per ricordarci che la vita è amore e senza amore tutto finisce.

fonte; stelle di vita