LA FOLLIA DELLE MADRI NEI CONCORSI DI BELLEZZA PER BAMBINE

Esiste qualcosa di più agghiacciante che delle madri che spingono delle figlie o meglio dire, delle bambine, a partecipare a dei concorsi di bellezza? Forse si, ma questo non minimizza l’assurda situazione in cui centinaia di bambine, spesso molto piccole, si trovano ad affrontare per via di madri incoscienti.

Nel nostro paese abbiamo avuto un piccolo assaggio di ciò di cui parliamo con il reality Show Little Miss America, fortunatamente cancellato, in cui si vedevano davvero cose assurde, che nemmeno delle modelle o delle ragazze mature arrivavano a tanto. Uno spettacolo per i maniaci?

Ci sono tante madri americane che ogni anno vivono con la fissazione dei concorsi di bellezza per le proprie figlie, come Suvanna, una bambina di 3 anni la cui mamma, Lauren jackson, ogni mese riempie di abbronzature la figlia e si occupa del suo look.

savanna-jacksonParlando con una persona che si occupa dell’organizzazione di questi concorsi, cercando di capire il perché queste bambine devono somigliare a delle pin up, la risposta è stata: “Perché sono belle. Le bambine devono essere belle. Lo sono ma non ai concorsi di bellezza. Qui devono esserlo tutte “.

Inoltre, la donna ha spiegato che alcune imperfezioni non sono ammesse, per esempio, molte bambine sono già pelose e non possono andare sul palco, inoltre, devono aver già imparato a sfilare.

Molti non lo ricordano, ma nel 1996 ci fu l’omicidio della reginetta di bellezza JonBenet Ramsey, bambina di sei anni, il caso è tutt’ora aperto ma non ci sono stati grandi risvolti. La donna ha affermato che queste “disgrazie” possono capitare.


Le madri che portano le figlie ai concorsi di bellezza hanno già deciso da prima di averle che ce le porteranno e lo si capisce dal nome che scelgono:  Essence, Savannah, Alaska, Destiny, Skylar, Trinity, Story…Qualcosa che faccia effetto e sia incisivo, qualcosa che le renda migliori a prescindere.

I reality sui concorsi di bellezza per bambine non sono sani, lo affermano anche diversi psicologici che fanno notare come far imitare gesti adulti sia assolutamente sbagliato, inoltre, si è fatto notare agli organizzatori che molti pedofili guardano la tv, quindi sarebbe opportuno fare un corso sulla pedofilia.

Le donne che portano le figlia ai concorsi di bellezza sono ossessionate dalla perfezione, perfezione che sta nelle loro teste, spinte dalla voglia di emergere e farsi conoscere, senza pensare al bene della propria bambina.

 Le madri sottopongono ore e ore di trattamenti di bellezza alle figlie: le depilano, le cospargono di creme abbronzanti, le truccano, le vestono, ledestiny-smoke acconciano, tutto questo nel totale disagio delle piccole. Basta vedere una puntata di Little Miss America per capire che non vogliono fare quelle cose. Naturalmente le madri sostengono che “ha pianto solo questa volta, non ha mai fatto così”.

Addirittura, una madre ha praticato delle iniezioni di botox alla figlia di otto anni, la cosa che più ha fatto clamore è che la critica è rimasta ferma li, si è andati oltre, minimizzando la cosa. La verità è che nessuno ha intenzione di fermare questi concorsi per il grande giro di soldi che c’è dietro, senza tener conto, che le madri spendono molti più soldi di quanti ne vincono per tutte quelle cose che dovrebbero portare la loro bambina ad essere la migliore: acconciatura, costumi, lezioni di canto, ballo, recitazione, portamento, prodotti di bellezza, con cifre che sfiorano i 3000 dollari a concorso, mentre i premi solitamente oscillano dai 5.000 ai 10.000 dollari per quelli più in vista.

Sono dei concorsi che illudono le madri di aver vinto e di essere apprezzate per il grande lavoro che hanno fatto, mettendo in secondo piano la cosa più importante: le bambine e la loro spensieratezza che quell’età dovrebbe avere.

FONTE