La figlia si comporta in modo strano e non riesce ad alzarsi in piedi: all’improvviso scoprono qualcosa di terribile sulla sua testa

Sui social network è girato un video in cui appariva una scena un pò strana, è stato pubblicato da Amanda Lewis degli Stati Uniti e mostrava come sua figlia non era in grado di stare in piedi, le sue gambe sembravano di gelatina, non le rispondeva e Amanda decise così di prenderla immediatamente e portarla in ospedale. Chiunque si potrebbe ritrovare in questa situazione, ed è per questo motivo che Amanda ha deciso di condividere la sua storia.

Insieme al video che ha condiviso sui suoi social network, Amanda ha aggiunto quanto segue:

Io e mio marito ci siamo presi un terribile spavento con la nostra piccola, speriamo sinceramente che nessun padre passerà attraverso quello che abbiamo, è per questo che vogliamo condividere ciò che è successo.

Nostra figlia, prima di andare a dormire, cominciò a comportarsi in modo strano. Non poteva nemmeno mettersi il pigiama o alzarsi in piedi. Era molto fragile e dato che non riuscivo a capire cosa le stava succedendo, decisi di rimanere al suo fianco per tutta la notte.

La mattina dopo ha continuato lo stesso, con la stessa difficoltà e ha anche iniziato ad avere a problemi a muovere le braccia. Abbiamo deciso di registrare tutto quanto perché non capivamo cosa stava succedendo e avremmo voluto poter spiegare una scena del genere ai medici, visto che i sintomi stavano peggiorando abbiamo deciso di portarla immediatamente all’ospedale. Fortunatamente l’hanno soccorsa molto rapidamente e i medici sono stati molto gentili e disponibili. L’hanno esaminato attentamente, hanno osservato il video che avevamo registrato, non hanno esitato a dire che avevano già visto una decina di casi uguali capitati a bambini della stessa età di mia figlia e la causa era niente di meno che una puntura. Abbiamo immediatamente esaminato tutto il suo corpo ma non è stato trovato nulla, era nei capelli e cadde quando vennero spazzolati.

Quello che è successo a mia figlia è noto come “paralisi delle zecche” e colpisce anche i cani, anche se in quest’ultimi le conseguenze sono più allarmanti.

Mi sento davvero molto fortunata perché tutto è stato fatto nel momento giusto, sarebbe potuta andare nel peggiore dei modi. Non è necessario avere animali domestici affinchè un bambino possa essere punto da una zecca, quando fa caldo, in molte aree di solito appaiono, se si hanno animali domestici con una ragione maggiore, quindi se tuo figlio o il tuo cane inizia a comportarsi in modo strano, è consigliabile farlo visitare da un veterinario.

Mi sono sentita davvero male quando i medici l’hanno trovata perché non ho nemmeno pensato di controllare il corpo della mia bambina. Sono rimasta scioccato quando ho guardato cosa aveva nella sua testa. Ora sta molto meglio grazie all’efficienza e all’eccellente lavoro dei medici. Tra pochi giorni sarai a casa, per ora deve stare sotto osservazione ma per fortuna è fuori pericolo. Questa è stata una giornata terribile! Grazie al cielo, lei ora sta bene.

Dopo l’impatto della sua pubblicazione, la madre della piccola Evelyn è tornata per condividere la seguente cosa:

Mi sento così felice di leggere così tanti commenti positivi per la mia piccola, davvero grazie mille, lei è già fuori pericolo e a casa. Tutto è tornato alla normalità e anche se le punge un pò la testa, passerà tutto.

Io e mio marito non riusciamo ancora a credere che il messaggio sia diventato tanto virale, ma guardiamo il lato positivo ovvero quello che più genitori possano prendere le misure necessarie su ciò che una zecca può causare. Non è molto comune, ma nessuno è esentato dall’affrontare qualcosa di simile, quindi non distogliete mai lo sguardo dai vostri figli e dai vostri animali domestici e se iniziano a comportarsi in modo strano assisteteli immediatamente perché il tempo vale oro. Esaminali attentamente. Fortunatamente la zecca che abbiamo trovato in mia figlia non stava trasmettendo la malattia conosciuta come Lyme, ma altre potrebbero farlo, state molto attenti!

La zecca ha nella sua saliva una tossina che finisce per trasmettersi all’animale o ad un essere umano quando aderisce a lui/lei succhia il sangue. Quando questo si verifica, i sintomi iniziano ad apparire tra 2 e 7 giorni dopo il morso, ci saranno difficoltà nella mobilità delle gambe e con i giorni peggioreranno. Quindi inizierà a muoversi verso il tronco, le braccia e in poche ore potrebbe anche paralizzare la testa, portare a insufficienza respiratoria e causare la morte. La cosa peggiore è che questa malattia potrebbe verificarsi senza debolezza muscolare ed è quando è più difficile rilevarla e trattarla in tempo.