La figlia è stata in coma per 7 mesi: quando i medici vogliono spegnere il respiratore succede qualcosa di imprevisto

La cosa più spaventosa del coma è che nessuno – nemmeno un medico – ha idea di quanto tempo rimarrà nella condizione. Tuttavia, la maggior parte delle persone che rimangono gravemente ferite o molto malate possono rimanere in vita a lungo grazie a un respiratore artificiale. Prima o poi, tuttavia, potrebbe arrivare un momento in cui i familiari devono rinunciare alla speranza.

Ma quella speranza era qualcosa a cui Kertease Williams non aveva mai rinunciato, nonostante sua figlia fosse rimasta in coma per sette mesi. 

Mamma: “Fai tutto in mio potere”

La madre Kertease era disperata, ma sapeva che un giorno dentro sua figlia si sarebbe svegliata. Portava ogni giorni i due nipotini a visitare la mamma, sapeva che la loro vicinanza sarebbe servita a farla riprendere.

“Non ho conoscenze mediche e non ho alcuna istruzione. Ma quando si tratta della propria figlia, si fa tutto il possibile per riaverla ”, afferma la madre in un filmato su WBNS-TV .

Gli anni passarono e anche se sua figlia non mostrava segni di svegliarsi, sua madre Kertease continuò a visitarla come se si dovesse svegliare in qualsiasi momento. 

“Ogni decisione che ho preso dipendeva dal fatto che avesse due piccole creature che non aspettavano altro che la madre tornasse a casa da loro”, ha detto la nonna.

Dopo sette mesi in coma, i medici avevano rinunciato alla speranza che Brabson si svegliasse. Hanno quindi invitato la famiglia a spegnere il respiratore.

Tuttavia, questo non il destino della giovane madre, e la nonna si è rifiutata di portare via i suoi nipoti dalla loro madre.

Proprio mentre i dottori avevano parlato con la famiglia di come lasciare che Brabson si addormentasse e mentre la madre protestava, è successo qualcosa. Brabson si svegliò.

“Alle 05.10 ho ricevuto una chiamata che non dimenticherò mai. “Mio Dio”, racconta la madre quando i dottori hanno ricevuto una chiamata per confermare che sua figlia si è svegliata dal coma, dopo sette mesi.

Immagina se la famiglia avesse seguito le raccomandazioni dei medici e spento il respiratore.