La felicità? Dipende dall’intestino

febbraio-annuale-1Se state cercando con tutte le vostre forze di essere felici sappiate che molto dipende dall’intestino, nello specifico dalla serotonina secreta alle cellule enterocromaffini, questo è quello che è stato scoperto da un gruppo di ricercatori irlandesi dell’Alimentary Pharmabiotic Centre (University College Cork – UCC).

Sembra che i batteri intestinali che si sviluppano nei primi anni di vita siano fondamentali per lo stato di “felicità” nel periodo adulto; la ricerca è del 2012, Gerard Clarke, primo autore dello studio, spiega che la presenza di alcuni batteri intestinali nei primi anni di vita può influire sulla produzione di serotonina da adulti.

Inoltre, sembra che il legame tra batteri e ormone è anche dipeso dal sesso, negli uomini è più marcato che nelle donne; per arrivare a tali conclusioni gli studiosi hanno visionato i test scoprendo che la microfibra intestinale, nelle cavie dove era ben sviluppata sin dalla prima infanzia, stimola l’attività di serotonina.


Nei topi in cui gli studiosi hanno ostacolato la formazione di microfibra intestinale, si è notato che in età adulta, vi è una forte diminuzione della concentrazione di serotonina nel cervello.

In altri test, i ricercatori hanno ri-colonizzato con batteri l’intestino di topolini prima che arrivassero all’età adulta, in questo caso non si sono osservati cambiamenti particolari nel sistema nervoso centrale. La mancanza di flora batterica nella prima infanzia è quindi cruciale nella produzione di serotonina da adulti.

Da vario tempo gli studiosi hanno riconosciuto l’importanza del microbiota intestinale, termine che ha sostituito la vecchia “microflora”, per una buona salute generale dell’organismo. Ma come si può migliorare la formazione della microfibra nei bambini? Sembra che il modo migliore sia quello di allattare al seno.