La famiglia piange la morte dei cagnolini domestici, dopo che il vicino senza cuore li ha avvelenati entrambi

Purtroppo esistono persone in grado di fare del male ad animali innocenti, arrivando in casi estremi persino alla morte. 

Una famiglia Neozelandese ha recentemente raccontato su facebook la tragica storia che ha colpito i suoi due cagnolini domestici, uno è morto in dopo poche ore in seguito all’avvelenamento, l’altro è attualmente in condizioni critiche che lotta per la vita.

Gesto crudele

Un giorno, Brooke Wallis lasciò correre i suoi cani nel quartiere vicino casa, stavano giocando mentre inseguivano un coniglio, riporta il padrone sul post di facebook, ma qualche ora dopo, quando fischiò per farli tornare a casa, i due non rispondevano e non si vedevano da nessuna parte.

Dopo qualche minuto li sentì ululare da lontano, era il vicino di casa che stava facendo qualcosa di sbagliato con i due poveri cagnolini.

La famiglia scrive su facebook in merito all’accaduto:

“Mio marito ha deciso di andare a casa del vicino per controllare, non sembravano esserci nessuno a casa. Ma dall’entrata vide i nostri cani con le zampe strettamente legate capovolti verso il basso ”,

“Mio marito li ha liberati e li ha portati a casa. Sfortunatamente, Bonno (il maltese) sembrava essere molto ferito, non poteva camminare o muoversi correttamente e non faceva altro che piangere. Abbiamo fatto un rapporto della polizia e portato il cagnolino in clinica. Clyde (il cane nero) sembrava illeso, ma molto traumatizzato, anche lui piangeva ed era terrorizzato. “

ha condiviso Brooke su Facebook. 

Dopo la visita dal veterinario, i due cani stavano per riprendersi, ma purtroppo le orribili gesta del vicino di casa non si fermarono qui.

La mattina seguente, la famiglia appena sveglia vide i cani in giardino mentre mangiavano carne, ma li vicino c’erano delle inquietanti compresse.

Ormai era troppo tardi, avevano quasi mangiato tutto il pasto.
Brooke continua sul post:

“Corsi fuori per vedere e raccogliere tutte le prove rimanenti. In mezzo alla carne, c’erano compresse di un farmaco chiamato “PHEN”. Ho telefonato immediatamente il veterinario e sospettavano che potesse essere il “fenobarbitone” che viene usato per trattare gli esseri umani e gli animali con l’epilessia. Ad alte dosi, è fatale. “

Sia Clyde che Bonno furono portati d’urgenza in ospedale, ma purtroppo Clyde morì dopo poco tempo. Bonno sembra riprendersi anche se rimarrà con un danno epatico permanente.

Brooke non sta rivelando il nome del colpevole perché il caso è ancora sotto inchiesta, l’unica cosa che sappiamo e che si tratta di un’infermiera veterinaria qualificata. Non riesce a capire perché questa persona li odia così tanto da voler uccidere i poveri cagnolini.

Una storia sconcertante, speriamo che giustizia venga fatta il prima possibile.

Nel frattempo condividi su facebook per mandare forza alla famiglia e sopratutto a Bonno che è riuscito a sopravvivere, riposa in pace, Clyde.

Fonti: We Love Animals, Paw Buzz