La bustina del tè usata, come utilizzarla in modo alternativo

 Dopo aver usato una bustina di tè, la gettiamo via, ma probabilmente non sapete che è possibile riciclarla e renderla utile per altre cose, come per questi usi alternativi che stiamo per farvi conoscere.

La bustina del tè usata, come utilizzarla in modo alternativo

Lenire le scottature: immergere la bustina di tè nero in acqua freddo e poi poggiarla delicatamente sull’ustione, in questo modo il processo di guarigione sarà più veloce.

Ridurre gli occhi gonfi: poggiare un paio di bustine di tè nero sugli occhi appena svegli.

Proteggere capelli e cuoio capelluto: contro la forfora e per dare lucentezza ai capelli lavarli e sciacquarli con il tè.

Rimuovere le verruche: il tè verde è l’ideale. Mettere una bustina imbevuta di tè sulla verruca e fissarla con una benda per 15 minuti, poi sostituirla per altri venti minuti. Con questo metodo la verruca andrà via facilmente.



Deodorante per le scarpe: per prevenire i cattivi odori mettere una bustina di tè secca nelle scarpe.

Fertilizzare i fiori: grazie all’acido tannico presente nel té il livello di Ph nel terreno di abbassa e si evita lo sviluppo di funghi nocivi per i fiori.

Lavare i piatti: mettere una bustina di tè nell’acqua e poi mettere i piatti sporchi e lasciare agire tutta la notte, al mattino si puliranno facilmente.

Rendere gli specchi brillanti: mettere su un panno del tè freddo e pulire lo specchio.

Eliminare cattivi odori dalle mani: odore di cipolla e aglio dalle mani? Usare una bustina di tè per detergerle, manderà via gli odori sgradevoli.

Alleviare dolori gengivali: in caso di dolore al cavo orale o gengive gonfie o dolori post chirurgia orale, una bustina di tè nelle guance aiuta ad alleviare il fastidio.

Fonte