La bimba è troppo vivace, la donna per punizione si siede sopra di lei e la uccide con i suoi 150 kg

Dericka Lindsay era una bambina come tante, aveva solo 9 anni ed era allegra, saltava, giocava, era piena di vita, il suo sorriso è stato fermato da quelle persone che avrebbero dovuto prendersi cura di lei, invece si sono rivelati dei mostri. La piccola è morta dopo che  Veronica Green Posey, 64 anni, con i suoi 150 chili si è seduta su di lei per ben dodici minuti ignorando le urla della piccola che piangendo la pregava di alzarsi.

Una vera e propria tragedia avvenuta sabato in Florida. La piccola stava giocando per casa quando è stata richiamata da Veronica più volte, solitamente usava tubi metallici e righelli per impartirle l’educazione, a modo suo. Non si è riuscito a capire il legame che ci fosse tra Veronica e Dericka, si pensa potesse essere la nipote,  la cosa più atroce è che i genitori della piccola erano presenti in casa e non hanno mosso un dito per fermare quanto stava per succedere. All’ennesimo richiamo Veronica ha afferrato Dericka e si è seduta sopra di lei: dodici minuti di sofferenza per la bambina che implorava pietà e chiedeva ripetutamente alla donna di alzarsi, visto che non riusciva a respirare. Quando la bimba si è spenta e non urlava più Veronica si è alzata e ha iniziato a praticarle un massaggio cardiaco, hanno chiamato dopo un paio di minuti i medici ma quando la bimba è arrivata all’ospedale ormai era troppo tardi.

La di Dericka poteva essere evitata. «La morte di Dericka è spaventosa – ha detto Mike Carroll, segretario del Dipartimento che si occupa del benessere dei minori in Florida – Il nostro ufficio collaborerà con lo sceriffo perché si faccia luce sulla vicenda».

Veronica è stata arrestata per omicidio e abuso di minore ed è stata rilasciata dietro pagamento di cauzione. I genitori sono stati arrestati con l’accusa di negligenza, per non avere fermato quella brutale punizione.

fonte: Leggo.it