DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Febbraio 11, 2021

Redazione DonnaWeb

Impariamo a conoscere le adenoidi, intervista a Biomedic

Il team di Biomedic ci ha aiutato a capire che cosa sono le adenoidi e quali sono i problemi che ne possono derivare.

Che cosa sono le adenoidi?

Si tratta di ghiandole, non molto diverse dalle tonsille, che si trovano nella parte posteriore della gola, a metà del naso, nel punto in cui si incontrano le trombe di Eustachio, la gola stessa e le cavità nasali. Conosciute anche con il nome di vegetazioni, esse sono importanti negli anni dell’infanzia in quanto sono parte del sistema di difesa dalle infezioni del corpo umano. Lo scopo delle adenoidi è quello di prelevare e trattenere la polvere, i virus o i batteri: insomma, sostanze che potrebbero risultare pericolose per l’organismo. Dopo essere state captate, tali sostanze sono processate, ed è a quel punto che si innesca una risposta immunitaria.

Pubblicità

A quali inconvenienti possono dare origine le adenoidi?

Se nei bambini le adenoidi crescono più del necessario ci possono essere dei problemi, sotto forma di infezioni. Ciò di per sé non sarebbe grave, ma il problema è rappresentato dal punto in cui le adenoidi sono collocate: nel momento in cui le loro dimensioni aumentano, infatti, si verifica un incremento del muco, a causa del quale l’aria non può entrare tramite le trombe di Eustachio nelle orecchie e il naso viene ostruito. L’incremento eccessivo delle dimensioni delle adenoidi può essere dovuto a cause naturali o riconducibile a frequenti infezioni delle vie aeree. I bambini piccoli in genere soffrono spesso di tale malattia, che però diventa un problema solo nel momento in cui iniziano a manifestarsi dei sintomi.

Che cosa succede quando il muco aumenta?

Si forma una specie di tampone che è causa di rinofaringite e di otite: la prima è una infiammazione della rinofaringe, mentre la seconda è una infezione dell’orecchio. Quando l’adenoide aumenta, l’infezione viene agevolata da un peggioramento della ventilazione. Quando l’aria contiene dei germi, nasce un’infezione che causa un ulteriore aumento della grandezza delle adenoidi.

Come si riconoscono i sintomi?

L’incremento della quantità di muco è solo uno dei diversi sintomi che possono essere ravvisati; tra gli altri vanno menzionate le difficoltà nella deglutizione. La gola è secca, soprattutto perché si è portati a respirare a bocca aperta, e può far male: di conseguenza si fa fatica a deglutire ciò che si mangia. L’ostruzione del naso determina dei cambiamenti della respirazione (è per questo che si respira con la bocca). Inoltre, i bambini con le adenoidi nel sonno russano e possono soffrire di apnee, che consistono in pause della respirazione. Questo porta a una cattiva qualità del sonno che si riflette in una costante sensazione di stanchezza.

Ci sono altri campanelli di allarme che vanno tenuti in considerazione?

L’alito cattivo al mattino e la secchezza delle fauci, ma anche la presenza di catarro con tosse e muco. Ancora, le adenoidi possono provocare dolore e fuoriuscita di pus dalle orecchie, ma anche infezioni ricorrenti come faringiti, otiti o sinusiti. Infine, la voce può essere alterata.

Quali sono i servizi a disposizione dei pazienti di Biomedic?

Il nostro modus operandi prevede il ricorso ai rimedi naturali, ma solo a condizione che essi possano essere efficaci e che non comportino dei pericoli per la salute della persona. Tali rimedi, dunque, costituiscono la prima scelta, ma non l’unica: non escludiamo l’impiego delle terapie mediche tradizionali. Ciò che più ci sta a cuore è l’attenzione al paziente, che viene accolto e ascoltato con passione e precisione. Chi ha problemi di salute deve essere trattato in modo cordiale e professionale.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram