Il test dei biscotti e dell’acqua che ti aiuterà a determinare quanto è veloce il tuo metabolismo

Secondo i dati del National Institute of Health, il livello medio di assunzione di carboidrati per ricostituire i fabbisogni nutrizionali è di  130 grammi al giorno , che equivale a 500 kcal. Cioè, per rimanere in forma non bisogna superare tale importo.

Tuttavia, ogni persona ha un metabolismo diverso. Alcuni possono mangiare più del normale e non ingrassare, e altri solo a sentire “odore di torta” sono già grassi. Cosa fare allora?

Per questi casi, c’è il cosiddetto test dei cookie sull’acqua, vi spiegheremo in questo articolo di cosa si tratta:

Che cos’è un test dei biscotti e dell’acqua e da dove proviene?

L’autore del test dei biscotti d’acqua è il genetista e medico Sharon Moalem. Secondo lui, questo è il modo più semplice per scoprire quanto bene il tuo corpo digerisce i carboidrati. E, di conseguenza, quanto e quanto velocemente dovresti mangiare a seconda della tua genetica.

Avrai bisogno di un biscotto di acqua salata e un cronometro

Prima di iniziare, riempi la bocca con più saliva possibile. Quindi mordi il biscotto, inizia a contare il tempo e mastica fino a quando il biscotto cambia sapore per un dolce. Controlla il tempo trascorso. Se il gusto del biscotto non cambia dopo 30 secondi dal momento in cui hai iniziato a masticare, interrompi il test.

Il tempo da quando hai iniziato a masticare fino a quando il gusto è cambiato determina la velocità del tuo metabolismo:

  • da 0 a 14 secondi: veloce;
  • da 15 a 30 secondi: medio;
  • più di 30 secondi: lento.

Cosa significano questi risultati e perché il gusto è cambiato?

Lo scienziato ha spiegato che la digestione inizia molto prima che il cibo entri nello stomaco. La nostra saliva contiene l’enzima amilasi, che scompone le complesse molecole di amido in zuccheri semplici (ecco perché il gusto del biscotto diventa dolce). In alcune persone, la concentrazione di amilasi è 50 volte superiore al normale, mentre in altri è quasi inesistente.

I risultati nella prima riga indicano un’alta concentrazione di amilasi in bocca. Una persona che ha questi indicatori può mangiare molto più del solito (più di 130 grammi di carboidrati al giorno) e non ingrassare. Il risultato di 30 secondi o più indica una bassa concentrazione di amilasi, il che significa che non dovresti abusare del consumo di carboidrati (devi aderire alla norma), altrimenti l’aumento di peso sarà inevitabile.