IL RITORNO DELL’ORA LEGALE, QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI?

Con l’arrivo della primavera, oltre all’arrivo della bella stagione, avviene anche il cambio d’ora che passerà da quella solare a quella legale, e come sempre si presentano i soliti dubbi: in che giorno cambio l’ora? Lancette avanti o indietro?

L’ora legale in Italia fu introdotta nel 1916 ed è durata e mutata nel tempo così come le motivazioni, solo dal 1996, lo sprecare meno energia insieme ad altri ragioni sono divenute quelle attuali.

ora-legale-700x466

Si torna all’ora legale dall’ultima domenica di marzo all’ultima domenica del mese di ottobre; tra pochi giorni si ripresenterà il solito dubbio e noi vi diamo le risposte: le lancette andranno un’ora avanti, il cambio avverrà tra sabato 28 e domenica 29 marzo 2015.


Il passaggio avverrà alle 2 di notte, in quel momento saranno le tre; i cellulari lo dovrebbero fare in automatico; perderemo un’ora di sonno, ma il vero problema del cambio d’ora sono gli effetti collaterali che potrebbero presentarsi su molte persone.

Gli effetti collaterali

Con il cambio dell’ora solare a legale e viceversa spesso si presentano disturbi legati all’insonnia, allo stress, alla stanchezza fisica e mentale, il corpo ha bisogno di riabituarsi al nuovo orario.

Studi hanno riscontrato un aumento del numero di infarti durante la prima settimana di ora legale, nessun allarmismo ingiustificato, ma dai risultati emersi, si consiglia di anticipare l’orario in cui si è soliti andare a letto, in modo che il corpo si abitui giorno dopo giorno al cambiamento dell’ora.

FONTE