Il periodo fertile: programmare una gravidanza o evitarla

Il periodo fertile è una delle fasi mensili più importanti per le donne, sia per chi desidera una gravidanza. sia per chi invece la vuole evitare. Infatti il periodo fertile è una fase del ciclo mestruale e può essere monitorata per evitare gravidanze indesiderate, oppure per programmare una dolce attesa desiderata; i giorni più favorevoli al concepimento sono circa sei e coincidono con l’ovulazione e con il periodo che precede la medesima.

Durante l’ovulazione nel ciclo mestruale la cellula detta anche ovocita, matura e viene liberata nella tuba uterina dove a seguito di un rapporto sessuale può incontrare gli spermatozoi ed essere così fecondata, come si legge in questa guida redatta dalla Dottoressa Roberta Gammella di INRAN.IT

Conoscere il proprio corpo alla perfezione

Il lasso di tempo che separa l’inizio delle mestruazioni dall’ovulazione è formato da circa 14 giorni, ci sono però delle leggere variazioni individuali, che bisogna sempre tenere in conto; non tutte le donne hanno cicli mestruali regolari e soprattutto simili tra loro, conoscere i ritmi del proprio corpo e del proprio ciclo fertile è molto importante, soprattutto per le giovani donne che vogliono tenere monitorata e interpretata bene tutta la serie di segnali che il corpo invia per capire se c’è una gravidanza in atto.

A cominciare dal muco cervicale e all’aumento della temperatura basale. Utile anche a individuare il periodo fertile. Quindi se si vuole concepire è molto importante tenere conto di questi fattori e conoscerli a fondo.

Pronte per concepire?

In pratica il periodo fertile è la fase del ciclo mestruale durante la quale ci sono più probabilità di rimanere incinta, è un intervallo di tempo durante il quale l’ovulazione giunge al suo completamento e il gamete maschile ovvero gli spermatozoi hanno una probabilità molto più alta di fecondare la cellula uovo ovvero il gamete femminile. Oggi in commercio esistono molti test per ovulazione digitale, con indicatore ormonale per identificare in maniera mirata i giorni fertili del ciclo mestruale, cioè i giorni che precedono e comprendono il giorno dell’ovulazione; per fare tutto ciò i dispositivi in commercio rilevano due principali ormoni della fertilità: l’estrogeno e l’ormone luteinizzante; il livello di estrogeno aumenta qualche giorno prima dell’ovulazione quando il corpo femminile si prepara al concepimento e quando lo sperma può sopravvivere nell’ambiente che la natura ha appositamente creato per accogliere una nuova vita.

I moderni metodi digitali

In quelle ore viene rilasciato un nuovo ovulo pronto alla fecondazione e dato che si può concepire solo in determinati giorni di ogni ciclo mestruale, ogni donna deve ricordare di avere caratteristiche uniche e che i suoi giorni fertili possono essere assolutamente differenti da quelli di un’altra; per restare incinta con sicurezza bisogna fare in modo che la fecondazione avvenga nella fase di ovulazione, ovvero nel periodo fertile che identifica il momento preciso dell’ovulo che viene liberato e che è il giorno più fertile in assoluto.

Per regolarsi in maniera più precisa è sufficiente acquistare un test di ovulazione e test di gravidanza. Se si desidera avere un bambino è indispensabile avere questi prodotti in casa per poter controllare meglio l’andamento della propria fertilità.