Il padre scattò una foto alla bambina – Sviluppò le foto e vide qualcosa di misterioso dietro di lei

Siamo intorno agli anni ’60, Jim Templeton lavorava come pompiere in Inghilterra, amava la storia e la fotografia locale. Un giorno, lui, sua moglie e la figlia di cinque anni andarono in un parco. L’evento è stato descritto ampiamente dal sito Fabiosa

Secondo i ricordi di Jim, quel giorno non c’erano molte persone. Hanno visto solo poche donne anziane, ma erano ben distanti da loro.

Jim chiese alla bambina di mettersi in posa di fronte al bellissimo paesaggio.

La strana figura

Con sua sorpresa, quando sviluppò le fotografie, vide che sua figlia non era sola in una delle foto.

C’era una creatura dietro di lei, la cui sagoma somigliava a un astronauta, ampiamente in voga in quel periodo nel tentativo di sbarcare sulla luna. Ma Jim era visibilmente scioccato e spaventato. Era assolutamente sicuro che non ci fosse nessuno dietro la figlia quando stava scattando le foto.

Corsa dalla polizia

Il padre andò alla polizia con la foto incriminata e decise di mandare la notizia nel giornale locale. La polizia si disinteressò dal caso, ma il giornale locale colse l’occasione e vendette numerose copie con la misteriosa foto.

Numerosi lettori mandarono lettere la famiglia ipotizzando dei possibili casi di ufo.

La “verità”

Dopo una serie di studi nel corso degli anni, la tecnologia ha portato alla (possibile) verità.
La sagoma dietro la bambina dovrebbe essere al 99% la moglie, che in quel momento stava guardando il paesaggio messa di spalle, l’uomo non avrebbe mai colto sua moglie perché stava puntando a sua figlia.

Abbassando inoltre la luminosità della foto, gli studiosi affermano che risale il colore del vestito azzurro della moglie, lo stesso indossato quella mattina.

Tuttavia, per quanto possa essere veritiero quanto detto, c’è sempre un fondo di mistero, quella sagoma non ha nulla di femminile, siamo sicuri che sia la moglie? O si tratta di qualcosa di ancora non identificato? Tutto questo è affascinante dopo oltre 50 anni di teorie.

Condividi questo articolo con i tuoi amici