Il padre muore di cancro ma i figli, contenti della sua scomparsa, decidono di non fargli il funerale

L’amore dei genitori non dovrebbe conoscere limiti o barriere, eppure, quello che è accaduto al protagonista di questa vicenda ha dell’assurdo, se si pensa che i figli dovrebbero essere le persone che più amano e farebbero qualsiasi cosa per il proprio padre o per la propria madre.

Siamo in Texas, a Galveston Country, una famiglia ha deciso di salutare Leslie Ray Charping con un necrologio particolarmente brutale: “Ha campato più di quanto meritasse”.

L’uomo è morto all’età di 75 anni per via di un cancro, ma alla sua morte non c’è stato il commiato commosso dei suoi parenti, ma un sospiro di sollievo generale.

Era un uomo cattivo. Ha lasciato due figli che sono molto sollevati e tantissime vittime della sua pessima persona. L’uomo è morto con 29 anni di ritardo rispetto a quanto era stato previsto ed ha vissuto più a lungo di quanto meritasse.



Leslie era un esempio di cattivo genitore, in più si aggiungeva la sua malattia mentale, l’abitudine del bere, la droga, le donne e il suo essere offensivo. La famiglia, sarcasticamente, ha elencato gli hobby del defunto:

«Oltre ad abusare dei membri della sua famiglia e accelerare i viaggi verso il cielo dei suoi animali domestici, aveva una passione per la pesca in cui era meno bravo che nei due punti precedenti. Leslie era sorprendentemente intelligente, ma non aveva alcun tipo di ambizione. Riusciva solo a essere avventato, dilapidando i risparmi della sua famiglia e cercando modi per diventare ricco rapidamente».

E poi, la dichiarazione finale, non ci sarebbe stato alcun funerale per lui: «La vita di Leslie non ha avuto alcuno scopo, non ha contribuito alla società e alla comunità».

Fonte: http://www.leggo.it/news/esteri/usa_padre_muore_figli_fanno_scrivere_un_necrologio_al_vetriolo_ha_campato_piu_di_quanto_meritasse-2254936.html