DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Ottobre 18, 2018

Redazione DonnaWeb

Il melograno aiuta a combattere e a prevenire i tumori

Il melograno fa parte di quei frutti come i lamponi, le fragole e le noci che sono ricchi di acido ellagico, sostanza recentemente portata in rilievo per via di una ricerca che sostiene che proprio questo acido porterebbe alla morte delle cellule cancerose.

 

La Punica è una pianta della famiglia della Punicaceae, comprende due specie di arbusti, originari della regione che va dall'Iran alla zona himalayana dell'India Settentrionale, e diffusi sin dall'antichità nella zona del mediterraneo e del Caucaso.

Pubblicità

La punica granatum è il comune melograno, pianta cespugliosa alta fino a 4 metri, con foglie caduche lanceolate non molto grandi di colore verde lucente, fiori solitari grandi o riuniti in mazzetti all'estremità dei rami, di colore rosso vivace.

Il frutto ha un sapore agrodolce e prende il nome di melagrana; una ricerca di qualche anno fa condotta in Israele da Michael Aviram, biochimico, ha scoperto che questo frutto ha grandi proprietà benefiche e terapeutiche, addirittura antitumorali, essendo ricco di flavonoidi, antiossidanti che proteggono il cuore e le arterie.

Il succo del melograno, secondo la ricerca, è tossico nei confronti delle cellule cancerose e ne indurrebbe la morte; conferme di questa teoria le ha date il sito britannico <Dailymail.co.uk>, dove viene accennato al fatto che alcuni componenti del succo di melograno porterebbe ad inibire le cellule tumorali e ad azzerarne la diffusione.

come-fare-la-marmellata-di-melograno-in-casa-big

La ricerca è stata condotta dall'University of California e i risultati sono stati presentati dall'American Society for Cell Biology di Philadelphia.

I benefici del frutto:

- rallentamento della progressione del tumore alla prostata

- riduzione dello sviluppo delle cellule tumorali nel tumore ai polmoni

- inibizione della proliferazione delle cellule cancerogene nel tumore alla mammella.

Insomma, dopo questa scoperta, sarebbe bene consumare qualche melograno in più.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram