Il fratello si suicida disperato – La sorella pure per lo stesso identico motivo ad un anno di distanza – I genitori sono devastati

Come genitore, non c’è incubo più spaventoso per me dell’idea di perdere uno dei miei figli.

Vivi nella speranza che i tuoi figli vivranno una vita lunga, felice, sana, libera da tormenti e dolore. Purtroppo, non è sempre così.

Una famiglia ha parlato della loro devastazione dopo aver perso due dei loro figli a causa di un suicidio nell’ultimo anno.

Secondo Metro , il 21enne Dyllon Beadle è stato trovato morto a casa sua a Manchester due mesi prima dell’anniversario della data in cui sua sorella minore Quinn si è tolta la vita lo scorso dicembre.

Sua madre, Tracy, ha dichiarato: “Il nostro bellissimo figlio Dyllon ha deciso che questo mondo era troppo crudele per lui.

La devastazione dei genitori

“Ha preso la terribile decisione di togliersi la vita proprio come ha fatto la sua sorellina Quinn a dicembre. Era ossessionato dalla sua morte e non poteva vivere senza di lei. Stanno di nuovo insieme e questo è un po ‘di conforto.

“Penso di aver sempre saputo che Dyllon avrebbe fatto questo perché sapevo che non avrebbe potuto sopportare di stare senza di lei, ma speravo che avrebbe potuto resistere ancora un po ‘. Questo mondo è un luogo più buio senza di loro. I nostri cuori sono spezzati. “

Quinn è stata trovata impiccata il 9 dicembre 2018 e la sua morte ha avuto un grande impatto sul fratello maggiore Dyllon, che ha sospeso i suoi studi e ha trovato lavoro in un bar.

In vista della sua morte, la loro famiglia aveva istituito un ente di beneficenza chiamato Quinn’s Retreat , con l’obiettivo di concedere tregua alle famiglie delle vittime di suicidi.

Tracey ha dichiarato di voler sparpagliare le ceneri dei suoi figli e ribattezzerà l’ente benefico Quinn e Dyllon’s Retreat.

Tutti i nostri pensieri e preghiere vanno a Tracey e al resto della famiglia. Non possiamo iniziare a immaginare il dolore che dovrà provare ora senza i suoi amati figli.

Condividi questo articolo per sensibilizzare la gente sul suicidio. Rimane un grosso killer in tutto il mondo e dobbiamo fare di più per consentirne la prevenzione.