Il corpo ti avvisa 24 ore prima di avere un ictus – Ecco i segni nascosti che non dovresti ignorare

Premessa

Questo sito non ha lo scopo di cambiare o sostituire trattamenti medici o diagnosi .. Se hai trovato interessante l’articolo, condividi con parenti e amici !!

In vari paesi del mondo, circa 30.000 persone subiscono un ictus ogni anno, ovvero una persona ogni 17 minuti. 

Oltre a costare alla comunità milioni di euro ogni anno, l’ictus colpisce duramente anche i propri cari ed ovviamente le persone affette, poiché l’ictus spesso arriva all’improvviso e pochi sono preparati a tale problema.

Per fortuna, la ricerca sull’ictus è iniziata con maggiore serietà e dedizione negli ultimi anni, ma ovviamente c’è ancora molto lavoro da fare. 

Un modo è quello di contribuire con denaro a nuove ricerche, ma può anche essere fondamentale imparare i segnali di avvertimento che sono in grado di determinare l’ictus. 

L’ictus è un nome collettivo che sta ad indicare l’ infarto ed emorragia cerebrale. Le cellule nervose del cervello dipendono dalla nutrizione e dall’ossigeno attraverso una rete fine di vasi sanguigni, l’ictus spesso deriva da un coagulo di sangue, che ostruisce completamente o parzialmente qualsiasi delle arterie del cervello. 

I sintomi spesso si manifestano all’improvviso, ma molti ritengono che qualcosa non vada molto prima dell’ictus stesso, di solito il giorno prima. 

1. Alta pressione sanguigna

Molte persone che camminano con la pressione sanguigna troppo alta ignorano tale sintomo, ma la pressione alta è il principale fattore di rischio sia per l’infarto cerebrale che per l’emorragia cerebrale.

Le persone con ipertensione hanno un processo di ingrasso delle vene più veloce, che può danneggiare i sottili vasi sanguigni all’interno del cervello.

Se sospetti o sei preoccupato di avere la pressione alta, puoi contattare un centro sanitario, scrive la Heart and Lung Foundation .

Shutterstock

2. Torcicollo o difficoltà di movimento

Se hai un’emorragia in un vaso sanguigno nel cervello, potresti sentire il torcicollo.

Se non riesci a mettere il mento sul petto con conseguente violento mal di testa, contatta immediatamente un medico. 

3. Dolori al piede

Il dolore del piede può essere dovuta ad una lesione del nervo e significa che la persona interessata non riesce a piegare il piede. La causa può essere un ictus o un danno a un nervo che va da un ginocchio all’altro. 

4. Mal di testa grave

Tutti possiamo soffrire di mal di testa ad un certo punto e di solito non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Ma se improvvisamente si manifestano forti e dolori alla testa senza una chiara causa e che non hai mai provato prima, può essere importante visitare un ospedale. 

Il mal di testa lancinante può essere un precursore dell’ictus, secondo le ricerche svedesi . 

Shutterstock

5. Sensazioni di paralisi 

Una paralisi incipiente su un lato può essere un segnale di avvertimento di ictus, secondo Stroke.se.  Accade spesso che le persone soffrano di ictus durante la notte, ma i sintomi possono presentarsi prima di andare a letto.

Può essere difficile da sentire, ma una leggera paralisi su un lato, intorpidimento dei piedi e delle gambe o perdita della capacità di parlare sono segnali di avvertimento che non dovresti ignorare.

6. Disturbi visivi

Un improvviso disturbo visivo su uno o entrambi gli occhi può essere un segno che stai per avere un ictus.

Shutterstock

7. Dolore alla spalla

Alcuni provano un forte dolore associato all’ictus.

Molte persone hanno testimoniato che il dolore alla spalla solo in caso di ictus provoca un dolore molto forte e diverso dal normale dolore alla spalla.

8. Stanchezza improvvisa

Un sintomo che può presentarsi ore prima dell’ictus è la stanchezza improvvisa. La persona colpita si addormenta continuamente e in alcuni casi può diventare completamente incosciente.

I crampi possono anche verificarsi in connessione con tutte le forme di emorragia cerebrale.

Shutterstock

Ricorda che i sintomi dell’ictus possono manifestarsi in molti modi diversi, in base alle condizioni di salute della persona.

Si prega di condividere l’articolo su Facebook e non dimenticare di prendersi cura l’uno dell’altro!