Il cane esausto cammina per km con le lacrime agli occhi alla ricerca del padrone che lo aveva abbandonato

Con l’eccezione dei miei veri figli, amo i miei cani tanto quanto qualsiasi altra cosa al mondo.

Sono i miei cuccioli di pelliccia, quelli che ho adottato e preso la responsabilità di allevare e di cui mi occupo con amore. Condividiamo un legame che è sacro per me come lo è per loro, e di conseguenza non ci sono scenari o circostanze che potrebbero costringermi a maltrattarli.

Purtroppo, lo stesso non si può dire di tutti. Esistono persone che non concedono alla vita di un cane lo stesso status di quella di un essere umano, ci sono persone che sono felici di comprare o prendere un cane un giorno, solo per scaricarlo o abbandonarlo il giorno successivo.

Un cane fedele a Krasnoyarsk, in Russia, sta facendo notizia per aver percorso 125 miglia “con le lacrime agli occhi” nel tentativo di ricongiungersi con i proprietari che non la volevano.

Maru è un Bullmastiff di un anno che è stato venduto a una coppia a Krasnoyarsk circa sei mesi fa. Non passò molto tempo prima che il cane fosse restituito al suo allevamento precedente, tuttavia, con la donna che sosteneva di essere allergica.

È emerso che Maru aveva altri piani. Mentre veniva trasportata di nuovo a Novosibirsk, riuscì a fuggire dalla ferrovia transiberiana usando le sue zampe per aprire una porta dello scompartimento mentre si fermava in una piccola stazione.

Secondo The Siberian Times , il proprietario del canile Alla Morozova aveva già concordato con la coppia che Maru sarebbe stato messo sul treno e sarebbe tornato da lei.

Alla ha spiegato: “Non ho mai rinunciato ai miei cuccioli e quando viene acquistato un cane, è stipulato che i proprietari dovrebbero informarmi se non hanno più bisogno di un cane.”

125 miglia nel viaggio, si pensa che Maru si sia spaventato ed è fuggito dal treno quando si è fermato. Questo nonostante il fatto che avesse un assistente lì a guardarla e assicurarsi che stesse bene durante il viaggio.

Alla disse: “Era stata portata dai suoi proprietari, poi sono scomparsi da qualche parte. Il rumore del treno la spaventò … “

Alla fuga di Maru, i suoi proprietari furono chiamati e le fu chiesto di aiutarla nella ricerca di lei. Si rifiutarono, tuttavia, e Alla dice che non gli importava affatto che il cane si fosse perso.

“Hanno dato via il cane e il carico è caduto dalle loro spalle”, ha detto il proprietario del canile.

Incredibilmente, Maru fu infine ritrovato solo due giorni e mezzo dopo a Krasnoyarsk; la città in cui vivevano i suoi ex proprietari. Alla disse che era incredibilmente fortunato che non fosse stata attaccata da orsi o lupi durante il viaggio, con il sospetto che avesse seguito la strada ferrata fino a casa.

Dopo aver coperto la distanza di 125 miglia, i cuscinetti delle sue zampe sono stati danneggiati e ha subito un infortunio al muso. Era esausta e i volontari che l’hanno trovata hanno detto che era “anche in lacrime”.

Maru è ora tornata nei canili di Novosibirsk, vive con la mamma e il papà e si sta riprendendo costantemente dal suo calvario.

Che combattente Maru ha dimostrato di essere! Dopo tutto quello che ha passato, merita un’amorevole casa per sempre e speriamo che la trovi presto!

Per favore condividi questo articolo se pensi che sia un’anima bellissima.