Il bimbo di sei anni muore tra le braccia della madre a scuola

Una mamma ha raccontato come il figlio di sei anni è morto tra le sue braccia dopo essere stato colpito da una scossa elettrica all’asilo.

Elisa C non ha potuto fare altro che assistere inorridita alla scena, quando il piccolo Antonio rimase fulminato quando, secondo quanto riferito, afferrò un cavo che usciva da una presa rotta.

La mamma di 27 anni e un membro dello staff della scuola di Francoforte, in Germania, hanno cercato disperatamente di rianimare Antonio con la respirazione bocca a bocca, ma tragicamente non si potè fare nulla per salvarlo.

Ricordando l’orribile momento, Elisa disse: “Quando andai a prendere Antonio, ero negli spogliatoi e Antonio correva, e all’improvviso doveva aver preso un cavo che usciva da una presa. La presa era appesa fuori dal muro “.

Il bambino è stato catapultato verso la madre.

Elisa, originaria dell’Italia ma residente in Germania, ha continuato: “È stato uno shock, il capo della scuola materna e ho cercato di rianimarlo, gli abbiamo dato bocca a bocca ed eseguito compressioni toraciche. Ma era troppo tardi, Antonio è morto tra le mie braccia.

La mamma in lutto Elisa afferma che la scuola è stato recentemente sottoposto a lavori di ristrutturazione (Immagine: CEN)

“I lavori di costruzione erano stati eseguiti e la scuola materna era stata chiusa. Poi è stata riaperta, anche se chiaramente non era finita.

“Le pareti sono state dipinte e sono stati posati nuovi pavimenti e la scuola materna ha dovuto essere chiusa.”

Ma Jan Pasternak, del dipartimento per l’integrazione e l’educazione della città di Francoforte, ha dichiarato: “Non siamo a conoscenza di alcun lavoro di costruzione in corso nella scuola materna e certamente non siamo a conoscenza dei cavi che fuoriescono dalle pareti.

“Questo non sarebbe possibile quando la scuola materna è aperta normalmente per gli affari.”

Il procuratore di Francoforte sta indagando sulle accuse di omicidio colposo involontario contro sconosciuti in questo momento.

Il procuratore Nadja Niesen: “Il focus dell’indagine è se qualcuno ha agito contro il proprio dovere di diligenza”.

La mamma sta ora cercando di raccogliere abbastanza soldi per far volare il corpo di Antonio in Italia per la sepoltura e l’associazione dei genitori ha istituito un PayPal per le donazioni.

La scuola materna rimane chiusa mentre sono in corso indagini.