Il bimbo di 7 anni viene definito “un mostro” – La risposta del padre su facebook da una lezione di vita a tutti coloro che lo prendevano in giro

Jackson Bezzant è un bambino come tutti gli altri. Un bimbo felice che adora pescare, giocare fuori e passare del tempo con la sua famiglia.

L’unica differenza tra Jackson e altri bambini è che è nato con una condizione rara , la sindrome di Treacher Collins. Influenza lo sviluppo delle ossa e della pelle del viso.

Nel caso di Jackson, questo significa che è quasi sordo e ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico per ricostruire la sua cavità oculare.

Purtroppo deve anche subire molestie ogni giorno da altri bambini a scuola, a volte addirittura da adulti.

Dan, il padre di Jackson, ha assistito diverse volte alle molestie del povero figlio. Ricorda di aver camminato per la strada con suo figlio e di aver sentito un passante dire: “Hai visto la faccia di quel ragazzino?”

Ogni genitore avrebbe difficoltà a non intervenire quando vede con i suoi occhi il proprio figlio come una vittima di bullismo. Ma Dan è stato in grado di mantenere la calma e ha preferito concentrarsi sul rendere felice suo figlio.

Ma di recente si è verificato un incidente a scuola. Un incidente che papà Dan non poteva più ignorare.

Facebook / Dan Bezzant

Jackson stava facendo colazione a scuola quando tre ragazzi più grandi gli davano fastidio. Hanno iniziato a stuzzicarlo e criticare il volto come “mostro” e “brutto ragazzaccio”.

Alla fine un insegnante notò cosa stava succedendo e fermò il bullismo, ma il piccolo Jackson aveva già sopportato così tanti disgustosi abusi e rimproveri prima ancora che le lezioni iniziassero.

Facebook / Dan Bezzant

Quindi apprese cosa era successo e non riuscì a trattenere le lacrime. Era stanco di sentire ripetutamente come suo figlio fosse vittima di bullismo, umiliazione ed esclusione. Su Facebook, ha scritto un messaggio profondamente commovente indirizzato ai bulli.

Dan scrive:

“Il mio cuore è spezzato e la mia anima si sente strappata dal mio corpo. Questo bellissimo giovane, nonchè mio ​​figlio Jackson, si confronta costantemente con terribili colpe, molestie e umiliazioni. Viene chiamato “brutto” e “mostro” quotidianamente dagli studenti a scuola. Parla di suicidio e non ha nemmeno 8 anni.

Dice di non avere amici e che tutti lo odiano. I bambini gli lanciano pietre e lo spingono mentre lo prendono in giro. Ti preghiamo di dedicare qualche minuto e immaginare se questo fosse tuo figlio. Prenditi un momento per dire ai tuoi figli di altri bambini con particolari condizioni di salute. Parla di compassione e amore per i nostri cari.

La sua condizione si chiama “Sindrome di Collins”. Ha dovuto subire un terribile intervento chirurgico e c’e ne saranno altrettanti per i prossimi anni. 

Potrei continuare a dirlo … ma per favore informa i tuoi figli.

Per favore, condividi il mio messaggio. Non voglio che mio figlio sia trattato in questo modo dal mondo intero”.

Facebook / Dan Bezzant

Il messaggio di Facebook si è diffuso rapidamente su Internet e i messaggi si sono sommersi con il supporto di tutto il mondo.

Il messaggio ha anche aiutato a fare due nuovi amici per il piccolo Jackson. Due bambini che hanno lo stesso disturbo. D’ora in poi potranno giocare insieme.

Dato l’incredibile supporto e la compassione ottenuta, Dan ha creato una scatola in cui le persone possono inviare lettere e biglietti a Jackson. La scatola presto è diventata piena!

Il mio cuore si è spezzato mentre leggevo il messaggio disperato di Dan su ciò che Jackson deve sopportare attraverso altri bambini “cattivi”. NESSUNO deve dare una possibilità al bullismo. CONDIVIDI La storia di Jackson!