Il bambino era nato più piccolo di un giocattolo, guarda come sta oggi 4 anni dopo

I miracoli possono sembrare che accadano solo nelle fiabe o nei film di Hollywood, ma la verità è che diversi miracoli avvengono costantemente anche nella vita reale.

La definizione di miracolo può variare da situazione a situazione, ma molti di noi hanno vissuto momenti in cui le cose sono andate per il meglio contro ogni aspettativa.

Tali casi offrono speranza e fede a persone che l’hanno persa e quindi vari miracoli meritano la giusta attenzione.

Rob e Valerie sono genitori il cui figlio è nato prematuramente nella 23a settimana di gravidanza, questa famiglia ha davvero una buona ragione per credere nei miracoli.

Foto: Valerie Ray

Logan Ray è nato nel mondo con tutte le probabilità contro di lui. Era nato prematuramente, infatti alla nascita pesava poco più di mezzo chilo.

Il piccolo era alto come il giocattolo di Superman che suo padre gli aveva comprato prima della sua nascita.

I medici hanno temuto il peggio sin dall’inizio e hanno avvertito i genitori, ovviamente, ma proprio come il personaggio di Superman che il padre aveva comprato in anticipo per il figlio, Logan si è dimostrato davvero forte.

I medici non pensavano che sarebbe sopravvissuto

Dopo aver finalmente trascorso un totale di 105 giorni in ospedale, Logan è finalmente tornato a casa.

Oggi, il bambino ha già 4 anni e sua madre Valerie scatta una foto del figlio ogni anno accanto a quel famoso personaggio di Superman per ricordare quanto sia forte e coraggioso dopo tutto quello che ha vissuto alla nascita.

Immagine / Wikimedia Commons

Anche lui è un piccolo supereroe. Anche quando pesava ancora meno di mezzo chilo, l’ho definito forte, perché sapevo che aveva tutte le possibilità per poter sopravvivere, dice sua madre al quotidiano britannico Metro e continua:

I dottori mi hanno semplicemente guardato e hanno detto “speriamo che riuscirà a sopravvivere”, ma io ho semplicemente detto loro “è un osso duro”.

Il parto di Logan è iniziato prematuramente nella 23a settimana di gravidanza perché Valeria aveva problemi alla cervice. I medici dicono che le sue condizioni spesso portano a un aborto spontaneo durante la gravidanza o alla nascita di un feto morto.

Foto: Valerie Ray

I medici hanno cercato di fare del loro meglio per mantenere la sua cervice ammucchiata, ma alla fine non hanno potuto fare nient’altro per dire ai futuri genitori che probabilmente ci sarebbe stato un aborto spontaneo in vista.

– I medici hanno detto a me e Rob che saremmo stati rimandati a casa presto a causa dell’aborto spontaneo, dice Valerie e continua:

– Sia Rob che io abbiamo guardato i dottori e abbiamo detto: “Non andiamo da nessuna parte. Anche se lo prendiamo domani o tra quattro mesi, resteremo in ospedale ”.

Nato alla settimana 23 di gravidanza.

Infine, nel luglio 2016, circa 20 giorni dopo che a Valerie è stato detto di prepararsi al peggio, è nato Logan. Il bambino è stato immediatamente portato d’urgenza all’unità di terapia intensiva, dove gli è stata diagnosticata un’emorragia cerebrale, due fori nel cuore e un’infiammazione delle vie urinarie.

Allora avevamo seriamente paura di perderlo. Pensavamo davvero che non avesse la possibilità di sopravvivere, dice il padre di Rob.

All’età di 11 settimane, Logan è stato sottoposto a interventi chirurgici progettati per correggere problemi congeniti. Tutto il tempo che seguì fu una mera lotta, colorata solo dall’incertezza sul fatto che il piccolo potesse sopravvivere.

Logan appena nato a sinistra, Logan a 4 anni a destra

Tuttavia, Logan si è rapidamente dimostrato forte almeno quanto il personaggio del supereroe Superman che ha ricevuto in regalo da suo padre. All’età di 105 giorni, finalmente è tornato a casa dall’ospedale contro ogni aspettativa.

 – Ogni anno scattiamo una foto di Logan sdraiato accanto a Superman. È incredibile confrontare le loro dimensioni adesso, dice la mamma di Valerie.

Il piccolo Logan è una vera dimostrazione che i miracoli avvengono anche nella vita reale.

Condividi questa storia in modo che possiamo credere nella speranza e nei miracoli attraverso la storia di Logan!