Il bambino di 3 anni muore dopo essere stato stuprato, la sorella di 10 mesi è in ospedale – la madre incolpa il patrigno

Ci sono crudeltà in questo mondo che, anche se possiamo provarci, sono quasi impossibili da capire.

Dire che questa storia rientra in questa precisa categoria è un eufemismo; è una delle cose peggiori che abbia mai sentito.

Un bambino di 3 anni è morto a Santa Fe, in Argentina, dopo essere stato violentato con cattiveria, secondo il quotidiano Todo Noticias . 
La sua sorellina, appena 10 mesi, sta ancora lottando per sopravvivere all’ospedale pediatrico di Santa Fe.

Secondo alcuni rapporti i bambini sono stati portati d’urgenza all’ospedale Niños Orlando Alassia di Sante Fe, in Argentina, questo fine settimana. 
Il direttore dell’ospedale Osvaldo Carrillo ha dichiarato che le condizioni del piccolo erano critiche quando è arrivato. Aveva diverse fratture al cranio, al torace e alle costole. Il personale dell’ospedale è stato in grado di rianimarlo e trasferirlo nel reparto di terapia intensiva, ma purtroppo le sue condizioni sono peggiorate ed è morto nel sonno. 
Secondo fonti , Carrillo ha avvertito i medici di non sentirsi in colpa per la morte del bambino, dato lo stato in cui si trovava.

Lesioni gravi

L’équipe medica ha visto ferite che hanno suggerito che il piccolo di 3 anni era stato abusato sessualmente. Lui e sua sorella minore hanno mostrato segni flagranti di abbandono e abuso fisico. 
Dopo essere stata interrogata, la madre dei due bambini ha accusato il suo partner – il patrigno dei bambini – per l’assalto. Da allora è stato arrestato. 
La bambina di 10 mesi, nel frattempo, è attualmente sotto sorveglianza mentre si sta riprendendo in ospedale. Sarà messa in adozione quando starà abbastanza bene per andarsene.

In termini semplici, tali atrocità non dovrebbero mai accadere. A una madre non può essere permesso al suo uomo di fare atrocità a un bambino; è solo disumano. Spero che il colpevole sia severamente punito per i suoi atti abominevoli e che la bambina si riprenderà.

Nel frattempo, scrivo questo solo nella speranza di aumentare la consapevolezza degli atti veramente depravati di cui alcuni umani sono capaci. Tutti i miei pensieri e le mie preghiere sono con questi due bambini innocenti. Condividi questa storia se sei d’accordo.