I segnali che il corpo vi lancia per farvi capire che state assumendo poca acqua

Per godere di buona salute è necessario bere una giusta quantità di acqua, se non beviamo abbastanza iniziamo a soffrire di disfunzioni che poi provocano una serie di reazioni negative per la salute.

La nostra massa corporea è costituita dal 75/80% di acqua, che è fondamentale per la buona salute cerebrale e circolatoria, sicuramente ne facciamo un buon apporto anche mangiando sfrutta e verdura ma il problema è che tante persone non assumono comunque acqua a sufficienza giornalmente, avendo ripercussioni mentali e fisiche.

Di seguito, vi segnaliamo otto sintomi che vi fanno capire che siete in un’evidente stato di disidratazione e dovete subito provvedere al reintegro dell’acqua.

Bocca secca: la sensazione sgradevole di avere la bocca impastata è sintomi di minore produzione di saliva per via della disidratazione, perché l’acqua funge da lubrificante della mucosa di gola e bocca, fattore essenziale per mantenerla sana e senza infezioni.

Sete: avere molta sete è sintomo di poco assunzione di acqua, è anche un sintomo classico di post-sbornia, poiché le bevande alcoliche disidratano.

Occhi secchi: una mancanza di liquidi riduce anche la capacità di ossigenazione, rendendo secchi i condotti lacrimali.



Dolore alle articolazioni: cartilagine e dischi intervertebrali sono formati per l’80% di acqua, per cui il suo consumo è fondamentale per evitare strofinio di ossa e lesioni alle articolazioni. La mancanza di acqua aumenta il rischio di traumatismi, deterioramento prematuro e malattie croniche come l’artrite.

Massa muscolare ridotta: anche i muscoli sono composti di acqua, il che vuol dire che meno acqua è presente nel corpo e meno forte sarà la massa muscolare. L’acqua mantiene viva la circolazione ed evita processi infiammatori.

Rischio maggiore di soffrire di malattie. bere acqua aiuta a depurare il corpo ed eliminare tossine. Senza questa, gli organi non funzionano bene e il sistema immunitario si indebolisce, come conseguenza l’organismo è più soggetto ad attacco di germi e altri agenti esterni.

Sensazione di fatica: l’acqua ossigena tutto il corpo, uno stato di disidratazione impedisce una corretta ossigenazione del cervello, provocando sintomi come fatica, indebolimento mentale e altri sintomi che impediscono le normali attività.

Problemi digestivi:  quando non riceve abbastanza acqua, il sistema digerente subisce alterazioni. L’acqua favorisce il movimento intestinale e aiuta la regolare defecazione,  In caso di mancata idratazione, lo stomaco si riduce e aumenta il rischio di soffrire di acidità, reflusso e gastrite.

Consiglio: cercate di bere dai 6 agli 8 bicchieri al giorno, oppure integrate con frullati e tisane.

Fonte: https://viverepiusani.it/sintomi-non-acqua-sufficienza/