I messaggi del marito alla moglie su Whatsapp: “Copriti o ti uccido”

Ha postato una foto su facebook in cui mostra una chat con la moglie, si tratta di una coppia di Rovigo, lui Roberto Lo Coco, 28 anni e la moglie Giulia Lazzari di soli 23. Una conversazione in cui le fa capire che non deve mostrarsi per attirare gli sguardi curiosi di altri uomini: “così mi risparmio 30 anni per omicidio”. Cosa che ha messo in atto visto che l’8 Ottobre l’ha strangolata e la giovane donna è morta all’ospedale di Rovigo.

Lui usava Facebook come un diario personale sul quale sfogava tutti i suoi stati d’animo, rabbia, delusione, gelosia “L’hai voluto tu questo, non io” – Roberto Lo Coco “Non truccarti, fatti brutta, non salutare nessun maschio. Vestiti con una felpa larga così non si vedranno le forme del tuo corpo”. L’uomo, con problemi di tossicodipendenza, aveva un comportamento geloso e possessivo nei confronti della donna, mamma di una bambina di 4 anni avuta proprio da lui.

Due giorni prima dell’aggressione infatti, l’uomo scriveva sul suo profilo: “Non posso credere che l’amore che provavi per me sia scomparso […] Non troverai mai qualcuno che ti ami come ti ho amato io […] Questo l’hai voluto te non io, mai avrei voluto separarmi da te ciao”. 

fonte: TG com