I FINOCCHI, COSA SONO E I DIVERSI MODI DI CUCINARLI

Il finocchio è un ortaggio che in genere mette d’accordo tutti i gusti, sia dei grandi che dei piccini ed è una delle verdure più usate sulle tavole. Si tratta di un ortaggio di poche pretese, ha numerose proprietà che lo rendono irrinunciabile.

15629

Il finocchio è molto aromatico e ricorda vagamente l’anice, il suo aroma peculiare è dovuto alla presenza di anetolo, un’essenza che viene adoperata quando si preparano i liquori come la sambuca, il pastis e l’anisette in Francia o l’anis in Spagna.

Per capire se il finocchio è fresco deve presentare un “grumolo” che altro non è che l’insieme delle guaine fogliari, carnoso, sodo, compatto e croccante, per quanto riguarda le barbe verdi devono invece essere verdi brillanti e fresche.

Il finocchio è ricco di oli essenziali, di fibre e di liquidi ed è perfetto nelle diete dimagranti ed ha una valida azione digestiva, viene indicato molto anche per le donne che allattano in quanto conferisce al latte materno un sapore dolce e molto gradito ai neonati.

Il finocchio può essere consumato durante tutto l’anno, in particolare ad ottobre e maggio; per conservarli al meglio, bisogna togliere le costole verdi più grosse e metterle in frigo nei sacchetti di plastica che dovremmo bucherellare.


Con questo metodo possono essere conservati per 10 giorni; si possono anche surgelarli dopo averli ridotti in spicchi e sbollentati, lasciandoli coperti con l’acqua di cottura.

Come usarli in cucina

Si tratta di una pianta molto usata in cucina, soprattutto grazie agli oli essenziali, ai sapori e agli odori che da alle pietanze.

Il finocchio si può mangiare crudo, lessato, fritto, condito, alla parmigiana o ricoperto con la besciamella; i finocchi più adatti per l’insalata sono quelli tondi e croccanti, quelli con la forma allungata.

I finocchi sono ottimi in pinzimonio, con un’emulsione di olio e aceto balsamico, perfetti per l’insalata, abbinati a buon radicchio amaro, carote fresche grattugiate e una mela tagliata a piccoli dadini.

I finocchi sono perfetti anche per la classica ricetta siciliana della ricetta dell’insalata di arance: tagliarli finemente e unirli agli spicchi di arancia a pezzetti, aggiungendo a piacere uvette, pinoli, semi di zucca e olive.

Ottimi anche cotti, passati in padella con un po’ d’olio e conditi con un po’ di parmigiano, oppure gratinati al forno e cosparsi di pangrattato e parmigiano.

Se volete una ricetta più golosa potete metterli in forno per 15 minuti a 180° cosparsi di besciamella.