I CIBI CHE CONTENGONO TROPPO SALE, ECCO COME EVITARLI

Una persona adulta ogni giorno dovrebbe consumare massimo 5 g di sale, secondo alcuni dati, nel nostro Paese se ne consuma tra i 10 e i 15 grammi al giorno, il doppio e in alcuni casi il triplo della dose consigliata.

Il sodio che il nostro organismo elimina naturalmente viene reintegrata con l’alimentazione, i cibi di origine naturale contengono già il poco sodio necessario al nostro organismo senza avere la necessità di salarli.

I cibi industriali sono trattati col sale e di conseguenza ne contengono mediamente circa 10 grammi, quantità nettamente superiore a quello di cui abbiamo bisogno.

All’interno del nostro corpo è presente circa 92 grammi di sodio distribuito nel sangue, nei fluidi, nelle ossa e nelle cellule, troppo sale può far trattenere ai tessuti troppa acqua che non riesce ad eliminare con sudore ed urine. Inoltre, può causare ipertensione, affaticando il cuore, rendendolo meno efficiente e favorendo le arteriosclerosi.


Il sodio assunto ogni giorno proviene soltanto in parte dal sale usato in cucina, perché molti alimenti naturali ne contengono discrete quantità, in particolare lo troviamo in: carne, pesce, cereali, legumi, verdura e  frutta. Una fetta di pane contiene 0,8 grammi di sale.

Ben il 60% di sodio che forniamo al nostro organismo proviene da cibi conservati, per questo motivo è sempre utile ed importante leggere le etichette che troviamo dietro le confezioni, tenendo presente che oltre alla parole “sale” c’è da tener conto di sostanze chimiche a base di sodio come il fosfato monosodico e il bicarbonato di sodio.

Contenuto di sodio di alcuni alimenti (milligrammi per ogni 100 grammi)

Prosciutto crudo 2238
Caviale 2200
Salmone affumicato 1880
Pecorino 1800
Salame felino 1697
Bresaola 1597
Speck 1551
Salsa Ketchup 1120
Formaggino 1000
Aringa marinata 1030
Taleggio 876
Provolone 860
Margarina vegetale 800
Prosciutto cotto 648
Gorgonzola 600
Ostrica 510
Biscotti secchi 410
Uova 137

FONTE