“Ho vissuto spendendo lo stretto necessario, ecco quanto ho risparmiato in un anno”

In un anno non ha speso nulla ad eccezione dello stretto necessario, è riuscita a mettere da parte 23mila dollari. L’impresa è stata superata da una giornalista finanziaria, Michelle McGagh che ha raccontato tutto in un blog sul Guardian e che ha trasformato in un libro la sua storia “The No Spend Year”: How I spent less and lived more”. Si può tranquillamente dire che si può vivere risparmiando facendo però parecchia fatica.

Michelle racconta che spendeva soldi per cose di cui in realtà non aveva bisogno, bar, vestiti, caffè da asporto, pizza etc. Tutto questo con un mutuo da pagare e tante altre spese da sostenere, persa in un vortice di consumi, di pubblicità ingannevoli e di soldi che uscivano continuamente dalle sue tasche, convinta che avrebbe trovato la felicità soltanto spendendo. Ad un certo punto racconta di essersi stancata di tutti quei soldi che uscivano continuamente e ha deciso di dare una scossa alla sua vecchia vita, cambiare abitudini iniziando a non comprare più niente all’infuori dello stretto necessario.

Le rinunce possono essere faticose ma dopo aver considerato le necessità quali: mangiare, lavarsi, pagare mutuo e bollette, puoi stabilire le cose di cui puoi fare a meno. In questo caso per Michelle sono stati: i biglietti del cinema, le cene fuori, cibo da asporto, vacanze, palestra, vestiti nuovi, profumi, prodotti di bellezza vari, vacanze, cibo superfluo acquistato al supermercato, parrucchiere, trasporti pubblici.


Leggi anche:

Scopri il “metodo del barattolo” che ti aiuta a risparmiare


Ha iniziato a camminare in bicicletta, fare picnic nel parco, vacanze in tenda, concerti gratuiti, cibi più semplici cucinati in casa, ginnastica fai da te, con il tempo ha sentito la mancanza di qualcosa, ma alla fine ha raggiunto il suo scopo, il suo “sacrificio” è stato premiato, ha messo da parte 23 mila dollari da usare per il mutuo, principalmente.

In verità noi pensiamo che tanta gente oggi in Italia, si trova esattamente a dover fare una vita simile a quella che ha fatto Michelle senza alla fine poter mettere nulla da parte perchè tutti i soldi guadagnati finiscono già per le piccole spese e non ci si può privare di nulla perchè non resta altro.


Chi ha la possibilità invece di poterlo fare dovrebbe realmente sperimentare l’esperienza che ha fatto Michelle perchè sicuramente si ritroverà a fine anno con un bel gruzzoletto da parte.

 

fonte: huffingtonpost