Hacker nel vostro smartphone? Ecco i segnali da non ignorare

Tutti i possessori di smartphone e tablet hanno il terrore che un hacker entri nel dispositivo e ne prenda il controllo, rubando dati sensibili; in base a un rapporto di Nokia Threat Intelligence Report, il numero di dispositivi colpiti da malware nei primi sei mesi dell’anno è raddoppiato rispetto al 2015.

Gli esperti hanno fatto una sorta di lista con i segnali da tenere d’occhio per capire se il proprio dispositivo è sotto attacco hacker.

 

Smartphone lento: i malware impegnano grande percentuale delle prestazioni del device, causandone il rallentamento, attenzione, però, perché potrebbe anche essere solo la memoria piena o un numero eccessivo di applicazioni pesanti.

La batteria si scarica in pochissimo tempo: gli stessi motivi che rallentano lo smartphone, comportano anche un consumo della batteria.

Applicazioni mai installate: può capitare di trovarsi app sullo schermo mai installate, in quel caso meglio cercare su Google di cosa si tratta.

Se visitate un sito ma vi ritrovate in un altro, sicuramente c’è un virus.


Le applicazioni non funzionano più: app che non hanno mai dato problemi iniziano a mal funzionare, questo potrebbe essere sintomo di un malware.

Si aprono pop up improvvisi che chiedono di scaricare qualcosa.

Il traffico dati aumenta improvvisamente e senza ragione.

Arrivano sms strani, anche da un contatto della rubrica, se si è cliccato su un link, il device potrebbe essere infetto.

Costi eccessivi sulla sim card.

Problemi a fare le telefonate: può capitare che si interrompono o che si sentono strani rumori mentre si parla, qualcosa sicuramente non va. Chiedere al proprio gestore se ci sono problemi tecnici, in caso contrario, probabilmente si è infetti da virus.

Fonte: http://www.leggo.it/tecnologia/news/hacker_smartphone_10_segnali-2063282.html