DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Agosto 17, 2018

Redazione DonnaWeb

Guida al make up: come ottenere un risultato da veri professionisti

In questa guida dettaglia scopriremo i trucchi e le nozioni da cui partire per ottenere un make up perfetto, faremo un viaggio nella tecnicità della bellezza e andremo alla scoperta dei vari stili che possono esaltare una donna. Leggete queste parole senza impegno, noi vi diamo suggerimenti senza pretender nulla con la speranza che questa guida possa esservi d'aiuto.

guida make up

La prima fase importante: la luce.

Per la realizzazione del trucco il primo elemento fondamentale è la luce, un buon make up ha bisogno di una buona luce che sia naturale o artificiale (calda o fredda).

La luce naturale è neutra quindi i colori che andremo ad usare per il truccoluce make up saranno sempre fedeli e non subiranno alcuna alterazione.

Pubblicità

La luce artificiale può avere delle dominati rosse, blu, gialle o arancioni a seconda del tipo di illuminazione e solitamente tende a falsare i colori del trucco che potrebbero risultare diversi se esposti alla luce naturale.

Quindi?
Se si vuole ottenere un trucco naturale si consiglia di avvalersi della luce diurna evitando ombre, mentre per un trucco da sera potete scegliere una luce artificiale.

La seconda fase: la scelta del fondotinta

C'è da fare una piccola premessa: per testare il colore del fondotinta è bene utilizzare fronte e collo rispettando l'incarnato in questo modo si otterrà un risultato soddisfacente.

Cosa si deve valutare per scegliere il giusto fondotinta?

Le cose da tener in conto sono 3:

fondotinta

La scelta del colore

 295

Ovviamente la scelta va effettuata tenendo presente i tre punti descritti sopra, sicuramente se vogliamo stringere  il campo si può dire che la scelta è tra il Compatto in polvere o crema, il Fluido o lo stick. Un fondotinta in polvere compatto è in grado di ridurre il lucido della pelle rendendola omogenea.

La tabella

 tabella

Le sopracciglia e la cornice del viso: come ottenere un risultato omogeneo e lineare?

sopracciglia2

La prima cosa da fare è dividere le sopracciglia in 4 zone, scopriamole insieme:

La zona numero 1

Si tratta della partenza o punto d'incontro che può esser distanziato o ravvicinato.

La zona numero 2

Si tratta del punto di altezza, che se vicino, allunga il viso mentre se è distanziato lo allarga.

La zona numero 3

Le estremità che possono essere medie, corte, lunghe che accorciano o allungano il viso.

La zona numero 4

La direzione delle estremità che può esser ascendente (naturale) o chiusa (viso allungato).

Come correggere le sopracciglia che non ci piacciono?

Per il viso lungo: dobbiamo spostare il punto di altezza verso l'esterno creando una linea orizzontale che accorcia il viso.
Per il viso corto: dobbiamo posizionare il punto di altezza verso il centro, creando un elemento che allunga il viso.

Piccoli consigli utili:

* Non depilate mai le sopracciglia prima del make up in modo da evitare zone arrossate.
* I peli si estirpano sempre dalla direzione della crescita.
* Usate matite sopracciglia n.200 e 201.
* Lasciate le sopracciglia al naturale, caratterizzeranno di più il viso.

La cipria e la polvere di riso: cosa sono e come si applicano

La cipria, che sia compatta o in polvere è fondamentale per il fissaggiocipria_polvere del fondotinta e consente di ottenere un make up perfetto. Fin da sempre la cipria è stata il prodotto coprente per eccellenza, il più usato dalle donne con un risultato però molto innaturale soprattutto sulle pelli chiare appesantite dalle linee d'espressione. Per questo motivo ci sono molti pregiudizi a riguardo e per diverso tempo è stata trascurata nonostante la sua importanza per un buon make up.

Meglio la cipria compatta o in polvere?

Ovviamente moltissimo dipende dall'uso, ma vediamo la distinzione tra i due tipi:
- La cipria compatta: ha un leggero effetto coprente, se usata in modo eccessivo potrebbe rendere il viso opaco e innaturale, quindi si consiglia l'applicazione con un pennello morbido tipo n010.-

124-polvere-di-riso[1]La polvere di riso: conosciuta anche come cipria in polvere prende questo nome richiamando le donne orientali che usavano farina di riso per prendere la propria pelle chiara come porcellana. Adatta a pelle sensibili, ha un buon effetto coprente, fissa il trucco senza alterare il fondotinta creando una base asciutta in modo che i prodotti in polvere applicati successivamente, sfumino e annullino un possibile effetto lucido dovuto a prodotti oleosi o alla traspirazione della pelle, soprattutto sulle zone di fronte, naso e mento.

Come applicarla?

Prendiamo un piumino grande o medio, raccogliamo un po' di polvere e strofiniamola sul palmo della mano prima di picchiettarla sul viso. Prendiamo un pennello e partendo dal centro del viso verso l'esterno eliminiamo l'eccesso .Per ottenere un risultato leggero, consigliamo di applicare la polvere con il pennello n.010.

Preparazione del fondo

fondo truccoNe abbiamo parlato fin'ora ed adesso riprendiamo il discorso in mano per capire come applicare il fondotinta e la polvere di riso. Per prima cosa la pelle deve esser trattata con prodotti specifici ideali per le sue caratteristiche altrimenti il trucco rischia di non essere perfetto e luminoso.

Se l'epidermide è secca si consiglia di applicare una crema emoliente e togliere, con una velina, la quantità in eccesso, in questo modo la pelle sarà protetta e il fondotinta scivolerà meglio e si spalmerà con facilità.

Se l'epidermide è ruvida ed arida il fondotinta non si amalgama in modo uniforme, bisogna quindi metterne una quantità maggiore e stenderlo con cura per avere una base omogenea senza macchie.

Se l'epidermide è grassa va pulita con un detergente e picchiettata per restringere i pori con lozioni specifiche senza alcool.

Per l'applicazione del fondotinta ci vuole un pennello n.14 oppure si può usare una spugnetta in lattice o in nitrile, asciutta per i fondi fluidi e bagnata con tonico idrolife e ben strizzata per tutti gli altri fondi.

applicazione-fondotinta

Tamponando si ottiene del trucco molto più coprente, mentre strisciando sulla pelle con la spugnetta il fondotinta viene portato via. Come sempre, per ottenere un risultato migliore il segreto sta nel picchiettare rapidamente, si inizia dal centro del viso verso l'esterno, si passa poi alle guance, al mento, all'arco sopraccigliare e al collo dal basso verso l'alto.

Ci sono dei punti critici da osservare maggiormente durante l'applicazione del fondotinta:

• attaccatura dei capelli;
• passaggio dal viso al collo;
• inizio angoli del naso e angoli della bocca
• nel caso i capelli siano raccolti, passare sulle orecchie e dietro le attaccature, dal collo verso i capelli per evitare scalini cromatici.

La terra e il fard

La terra viene usata per riscaldare il viso e creare un effetto di ombra, regalando così luminosità e intensità al viso; per le pelli scure è meglio usare colori dal tono mattone rossiccio; sulle pelli chiare tonalità cappuccino scuro ed evitando quelle rosse.

terra

Il fard dona salute e luce agli zigomi e ravviva il volto a fine trucco, non suggeriamo l'esclusione di entrambi i prodotti in contemporanea, infatti, i fard hanno colorazioni dai rosati ai beige arancio, mentre le terre hanno colori che vanno dalla terra cotta rossiccia al color cappuccino.

Gli occhi

Se gli occhi sono belli si devono assolutamente valorizzare, ma se questi non sono il punto di forma di un volto, il maquillage può far molto e dare fascino allo sguardo. Infatti, può rendere più grandi gli occhi piccoli e allontanare quelli troppo vicino; può allungare quelli troppo rotondi e così via.

trucco-occhi

La matita serve ad intensificare lo sguardo e aumentare o contrastare il colore degli occhi, l'eye-liner per ingrandire l'occhio e modificarne il disegno, il mascara è l'elemento indispensabile per trucco degli occhi.

Gli altri elementi che contribuiscono a valorizzare gli occhi sono:

- Eye Liner
- INK Liner
- EYE Liner Artstylo

occhi

Se vogliamo creare un effetto di maggiore distanza tra li occhi dobbiamo schiarire la zona A dando luce alla zona interna delle palpebre, vicino al naso, la bordatura e il trucco in generale partono dal punto B, allungandosi verso l'esterno con linee dritte e orizzontali che servono ad allagare lo sguardo.

Solitamente mantenere le palpebre senza trucco aiuta a sfruttare la pigmentazione naturale se però si vuole mantenere un trucco chiaro sulle palpebre mobili, si può applicare del fondotinta fluido e idratante molto chiaro, mentre il rilassamento della palpebra può essere attenuato con dell'ombreggiatura sulle tonalità marrone scuro, con matita e applicando delle ciglia finte a ciuffetti.

Consigli utili
* Per ridefinire la forma dell'occhio si consiglia di usare l'eye-liner nero.

Il rossetto

Riuscire a scegliere e sposare il colore del rossetto con il colore della pelle e dei capelli a volte è difficile anche per i truccatori professionisti ed è abbastanza difficile fare una scelta.

Il tipo di labbra:

Labbra carnoseboccasottile

Non hanno bisogno di essere messe in risalto con tonalità accese, solitamente si scelgono colori delicati, la matita non potrà mai scendere per più di un millimetro, perché se visibile, la bocca diventerà artificiale e volgare. Il colore del rossetto sarà un colore spento, preferibilmente sul marrone bruciato e vinaccia bordeaux.

Labbra troppo piccole

Per ingrandire le labbra bisogna contornare con una matita del colore naturale, si incipria e si contorna nuovamente, si stende il rossetto di colore scuro che confonde la modifica.

Labbra troppo lunghe

Per questo tipo di labbra bisogna finire il contorno prima della delimitazione delle labbra e cancellare la parte scoperta con un prodotto stick o crema antiocchiaia. Per il rossetto si suggerisce mat e non lucido.

trucco-labbra

Il trucco differenziato a seconda dei capelli e della pelle

Capelli rossi e pelle chiara

Il rosso dei capelli tende a distrarre l'attenzione dagli altri colori sul viso perimages questo motivo bisogna esaltarli il più possibile.

Per la pelle molto chiara e trasparente, il fondotinta giusto è quello luminoso e con colori neutri, la terrà darà un tocco di colore con tonalità bronzee molto chiare, il contorno occhi dovrà esser sottolineato da una matita nei torni naturali. L'Ombretto sulle palpebre deve giocare con i colori dell'iride.

Il tono accesso di alcuni rossi sulle labbra contrasterebbe troppo con il colore dei capelli, meglio quindi un rossetto rosato, colori ramati o solo il lucida labbra.

Capelli bruni, pelle chiara

images (1)Il contrasto del bianco e del nero sottolinea una bellezza naturale: il fondotinta giusto è chiaro leggermente rosato o di colore neutro, in ogni caso brillante per sottolineare il candore della pelle. La matita giusta è nera o marrone. Gli ombretti devono esser brillanti e luminosi, dorati o perlati.

Sguardo evidenziato ad un mascara voluminoso, la terra dovrà essere dei toni chiari e il rossetto va scelto nei colori naturali, dai rossi caldi e solari fino all'arancio.

Capelli biondi, pelle dorata

In questo caso la pelle va messa in risalto con del fondotinta beige o avorio, laimages (2) terra accentuerà la luce, con riflessi dorati e satinati. Per sottolineare lo sguardo serve una matita in sintonia con il colore dell'iride, l'ombretto avrà tonalità dolci, come rosa, azzurro, ramato o nocciola.

Il mascara nero accentuerà i colori tenui del maquillage degli occhi rendendo lo sguardo molto più intenso. Il rossetto va scelto tra i colori arancio fino al rosso corallo.

Uno sguardo al trucco correttivo antietà

Nella vita si arriva ad un punto in cui il nostro viso esprime tutte le emozioni vissute, il riso, il pianto, lo stupore, il dolore, tutto ciò che fa parte della nostra storia. Ovviamente col tempo la pelle ha sostenuto espressioni che l'hanno segnata in modo evidente o meno nonché i primi accenni di invecchiamento come piccole macchie, opacità e perdita di tono.

Per combattere l'invecchiamento è importante nutrire e distendere la pelle, senza pretendere in miracoli immediati ma con un'azione costante di prevenzione che stimoli la tonicità della pelle ritardando l'arrivo delle rughe.

trucco anti età

Per quanto riguarda il trucco, si può applicare un correttore fluido in tono con il fondo leggero e idratante, come un fondotinta anti-age che dovremo stendere con una spugnetta di mare naturale, umica e strizzata per bene, infine fisseremo tutto con una cipria in polvere neutra. Addio segni dell'età.

Tipi di trucco: Giorno-Sera

Maquillage da giorno

Non c'è bisogno di fondotinta coprente, bisogna però prestare attenzione alla scelta della tonalità, soprattutto per le ombreggiature correttive, che non devono essere evidenti ma quasi invisibili. Gli zigomi devono essere colorati con moderazione.

Maquillage da sera

Preferire un fondotinta di tonalità calda che rispetti il proprio colore, gli occhi vanno truccati più marcatamente, gli ombretti sono perlati; un buon lavoro può venire fuori dalle tonalità neutre: marroni e nere. Per la sera il maquillage non ha bisogno forzatamente di colori lucidi, scegliere uno stile adatto ai propri gusti personali.

I COLORI e la loro teoria

Come per la pittura, anche nel trucco i colori fondamentali sono tre: rosso, blu e giallo, questi non possono essere generati da altri colori, oltre al bianco e nero, non definitivi veri colori ma fondamentali per dare tono e luminosità al colore stesso.

colorwheel_browsersafe

Mescolando i tre colori primari se ne generano altri come possiamo vedere nell'esempio qui sotto:

ROSSO + BLU = VIOLETTO
GIALLO + ROSSO = ARANCIONE
GIALLO + BLU = VERDE

I colori si suddividono in CALDI e FREDDI, i primi sono quelli che tendono al rosso, all'arancione al giallo, mentre i secondi tendo al blu e al violetto.

Le tre caratteristiche fondamentali del colore sono:

TINTA, identità base dei colori primari.
GRADAZIONE o saturazione, termine usato per indicare in che misura il colore è scuro o chiaro.
INTENSITÀ o luminosità, che varia con l’aggiunta del bianco o del nero e ci permette di suddividere ulteriormente i colori in LUCIDI o OPACHI.

La cura della mani:

LO SMALTO

Il maquillage delle unghie presume una buona cura delle mani, la scelta delsmalto colore dello smalto è soggettiva e solitamente tende a tener in considerazione il look generale con particolar attenzione al colore delle labbra.

Come molte sapranno è possibile fare dei trattamenti di venti minuti per la cura delle mani e delle unghie che grazie alla loro azione ristrutturano e distendono la pelle idratandola.

I trattamenti:

La maschera di argilla

Ha effetti benefici per chi ha le mani gonfie e doloranti, solitamente si spalma e si avvolgono le mani con del cellophane.

L'impacco alle alghe

Serve ad ossigenare e stimolare la circolazione sanguigna.

La paraffina

Trattamento che dona alla pelle delle mani luce e morbidezza, elimina dolori e stanchezza.

Applichiamo lo smalto

applicare-smalto

Applicazione unghia piena

Fare una mini pennellata sulla punta, una striscia centrale verticale, una terza orizzontale sulla base e infine una pennellata ad unghia piena.

Applicazione unghia semicoperta

Fare una prima veloce pennellata sulla punta, poi una seconda verticale partendo dalla base.

Consigli e accorgimenti per le unghie

Per avere delle belle unghie bisogna avere delle unghie in salute, infatti, quelle troppo fragili che si sfaldano possono portare a risultati terribili. Chi ha questo problema ha bisogno di una dieta ricca di vitamina A, B, C, D ed E, di calcio, ferro e zolfo.

I tipi di prodotti specifici per la cura delle unghie

Prodotti a base di:

Cheratina: prodotto essenziale da applicare sotto lo smalto che ne assicura laprodotti-per-unghie durata, proteina naturale dell'unghia.

Porcellana: anche questo prodotto si applica sotto lo smalto e ne prolunga la durata. Arricchita con ceramidi, rinforza la struttura cheratinica dell’unghia.

Emolliente per pellicine: ammorbidisce le cuticole regalando un contorno perfetto alle unghie, contiene glicerina e proprietà idratanti. Si applica uno strato sulle cuticole, si fa agire qualche minuto e poi si spinge delicatamente con un bastoncino d'arancio.

Indurente: si usa come base per il trattamento della manicure, serve a solidificare l'unghia impedendone la rottura o lo sfaldamento, si stende prima dello smalto.

Fissatore ultra rapido: si tratta di uno smalto trasparente che garantisce una rapida asciugatura e dona brillantezza agli smalti. Protettivo, assicura lunga durata e previene rottura e sfaldatura delle unghie.

 

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram