DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Dicembre 17, 2012

Redazione DonnaWeb

Gravidanza extrauterina - sintomi, cause e diagnosi

La gravidanza extrauterina è detta anche ectopica, solitamente si verifica nell'1/2% delle gravidanze, non è facile accorgersene.

A volta ci hanno forti dolori all'addome, così si scopre la gravidanza extrauterina ma magari è già avanzata, a volte non si sospetta nulla la donna non sa di essere incinta e aspetta che arrivi il ciclo. La gravidanza extrauterina ha sintomi e caratteristiche diverse, dipende dall'embrione e da dove si impianta, o nel collo dell'utero, nella zona addominale (caso raro) o nelle tube di Falloppio, e questi sono i casi più comuni.

Pubblicità

Ma come si scopre  e cosa fare in questi casi? Le conseguenze possono essere anche piuttosto gravi, vediamo quali sono i sintomi.

Sintomi

I segnali sono quelli di un concepimento, si effettua il test di gravidanza, non ci si può immaginare che la gravidanza sia extrauterina. I sintomi sono molto leggeri, possono trattarsi di perdite ematiche irregolari, che se venisse confermata la gravidanza si avrebbero dolori al basso ventre.

Se i livelli di Beta HCG sono troppo bassi si indagherà allora attraverso un'ecografia pelvica per scongiurare la gravidanza extrauterina. L'ormone Beta HCG viene prodotto dalla placenta, in una gravidanza normale nelle prime settimane (3/5) raddoppia i valori ogni 48 ore, se il livello è troppo basso e non aumenta regolarmente allora c'è il rischio di aborto o di gravidanza extrauterina.

Ma quali sono le cause?

Quando parliamo di  gravidanza extrauterina parliamo dello sviluppo di un embrione fuori dalla sede normale, l'utero. Tutte le gravidanze hanno origine in una tuba dopo 2/5 giorni l'embrione si trasferisce nella cavità uterina.

Questo accade quando le tube di Falloppio sono lese, o a causa di infezioni trasmissibili sessualmente, endometriosi, appendicite o interventi chirurgici alle tube, appunto. Altri fattori di rischio possono essere: età avanzata, l'essersi sottoposta a stimolazioni ovariche, uso prolungato di anticoncezionali intrauterini. Non esiste collegamento infine, tra quella che viene generalmente definita gravidanza isterica e gravidanza extrauterina.

Diagnosi - conseguenze

I rischi e possibili conseguenze che la donna può accusare durante una gravidanza extrauterina sono diverse. Gli strumenti a disposizione di oggi permettono di individuare precocemente il problema. Il ginecologo solitamente consiglia i dosaggi ormonali, beta Hcg e progesterone, un'ecografia pelvica. In una rara ipotesi di gravidanza extrauterina le ipotesi di un intervento possono essere diverse, dipende dal luogo in cui si manifesta e dal periodo gestazionale. Il rischio più grave è quello della rottura di una delle tube nel caso in cui l'embrione cresce troppo. Si può praticare una terapia a base di farmaci ma rimane più probabile l'intervento chirurgico per  rimuovere l'embrione.
I casi di mortalità del passato erano dovuti essenzialmente a questa eventualità che provocava una emorragia interna. Nel 50% di questi casi le donne che hanno avuto una gravidanza extrauterina possono poi concepire figli sani, tuttavia le probabilità di una seconda gravidanza extrauterina o di sterilità in questi casi aumenta. I medici consigliano di aspettare almeno 3/6 mesi prima di concepire un altro figlio. Meglio affidarsi al medico e non trascurare piccoli segnali allarmati ed effettuare subito gli esami consigliati. Meglio evitare spiacevoli conseguenze.

 

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram