GRAN BRETAGNA, ALLARME KEBAB, PRESENZA DI CARNE DI ORIGINE SCONOSCIUTA

Allarme dal governo britannico che teme che il kebab possa contenere carne di topo, cane, gatto o altri animali, questo dopo alcuni studi realizzati dalla Food Standards Agency e da altre associazioni di consumatori che hanno stabilito che non si tratterebbe sempre e solo di agnello, ma anche di carne con origini sconosciute.

83457

Sembra che i piatti serviti come agnello in realtà sia composta anche da maiale, manzo, pollo, tacchino e carne non identificate; l’indagine realizzata ha mostrato che su 60 Kebab che vengono spacciati per agnello, 17 erano stati realizzati mischiando diversi tipi di carne mentre 5 presentavano una materia prima non indentificabile.



Altro studio condotto su 145 campioni di Kebab ha determinato che 43 di questi non erano stati cucinati esclusivamente come agnello; dopo la diffusione della notizia si è interpellato il vice ministro britannico Nick Clegg, a cui è stato chiesto in onda sulla radio LBC se esistesse la possibilità che al posto dell’agnello ci fosse carne meno costosa, come quella di cani, gatti, topi o altri tipi, lui ha così risposto:

“Certo che mi preoccupo se stanno vendendo spiedini di ratto. Penso che le autorità sanitarie dovrebbero iniziare a lavorare su questo”, ha detto Clegg, mentre il governo ha una procedura ufficiale di analisi per approfondire la vicenda.

Con lo studio, oltre a mettere in dubbio l’origine della carne utilizzata, gli studiosi hanno evidenziato come il kebab sia un prodotto poco sano in quanto il suo contenuto di sale e grassi saturi sia troppo elevato.

FONTE